Barometro dei pagamenti Europa Orientale 2022

Barometro sui comportamenti di pagamento

  • Bulgaria,
  • Repubblica Ceca,
  • Ungheria ,
  • Polonia ,
  • Slovacchia ,
  • Turchia
  • Agricoltura ,
  • Trasporti,
  • Chimico,
  • Costruzioni ,
  • Beni durevoli ,
  • Alimentare ,
  • Metalli ,
  • Acciaio

Il Barometro Atradius sulle abitudini di pagamento è un'indagine annuale sulle dinamiche di pagamento B2B nei mercati di tutto il mondo. Questi sono i risultati dell'indagine per l'Europa dell'Est.

L'edizione 2022 del Barometro Atradius sui comportamenti di pagamento per l'Europa dell'Est rappresenta una preziosa opportunità per ascoltare direttamente dalle aziende locali come le loro attività commerciali stiano affrontando l'impatto dirompente dell'attuale difficile situazione economica e commerciale.

Naturalmente, questo sondaggio è un'istantanea scattata in un contesto economico molto volatile, e i risultati devono essere considerati con questa consapevolezza. L'indagine è stata condotta all'inizio dell'ultimo trimestre del 2022.

Gli argomenti trattati comprendono:

  • l'impatto dei ritardi o dei mancati pagamenti sulle imprese intervistate
  • il tempo medio necessario per incassare le fatture B2B scadute
  • il modo in cui le aziende gestiscono i rischi di mancato pagamento legati alla vendita a credito ai clienti B2B
  • le sfide previste per la redditività nei prossimi mesi.

Ulteriori approfondimenti sui risultati dell'indagine per paese sono disponibili nei rapporti che compongono questa edizione del Barometro Atradius sulle abitudini di pagamento nell'Europa dell'Est.

Principali risultati del sondaggio

  • Un chiaro risultato della nostra indagine è che la vendita a credito ai clienti B2B continua a essere un fattore importante in tutti i settori intervistati nell'Europa orientale. Complessivamente, abbiamo rilevato che il 44% delle vendite nel commercio B2B è stato effettuato a credito negli ultimi dodici mesi.
  • Il termine medio di pagamento concesso ai clienti B2B nell'ultimo anno dalle aziende intervistate nell'Europa orientale è di 42 giorni dalla fatturazione. Quasi il 40% delle aziende intervistate ha dichiarato che il motivo principale per offrire condizioni di credito nel commercio B2B è quello di acquisire nuovi affari.
  • I ritardi di pagamento riguardano attualmente una media del 43% di tutte le vendite ai clienti B2B nei settori intervistati nell'Europa dell'Est. La ragione principale dei ritardi di pagamento in tutta la regione è stata indicata nella carenza di liquidità dei clienti B2B.
  • Il 48% delle aziende intervistate nell'Europa dell'Est ha segnalato un peggioramento del DSO (Days Sales Outstanding) negli ultimi dodici mesi.
  • La preoccupazione maggiore per il futuro delle aziende dei mercati e dei settori intervistati nell'Europa dell'Est è la profonda incertezza sugli effetti dell'attuale recessione economica globale.
  • Le aziende dell'Europa orientale ci hanno detto di temere che l'interazione tra l'alta inflazione, la crisi energetica, le tensioni geopolitiche e l'aumento dei costi dei fattori produttivi possa ritardare o addirittura ostacolare la ripresa delle loro economie nazionali.

         PPB Eastern Europe 2022 - Top 5 business challenges in 2023

 

Principali risultati del sondaggio per settore

Per ulteriori approfondimenti sui risultati complessivi dell'indagine in ciascuno dei mercati presi in esame nell'Europa dell'Est, si rimanda ai rapporti dedicati che costituiscono l'edizione 2022 del Barometro Atradius sulle abitudini di pagamento nella regione, disponibili per il download su questo sito.

I risultati dell'indagine relativi ai settori presi in esame nei mercati dell'Europa orientale coperti dallo studio sono riportati nei rapporti elencati di seguito, anch'essi disponibili per il download su questa pagina.

  • Agro-alimentare: Bulgaria, Polonia, Slovacchia, Turchia e Ungheria
  • Chimica: Bulgaria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Turchia
  • Costruzioni e materiali da costruzione: Polonia
  • Beni durevoli di consumo: Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Turchia e Ungheria
  • Acciaio/Metalli: Repubblica Ceca, Slovacchia, Turchia e Ungheria
  • Trasporti: Bulgaria e Slovacchia