Market Monitor Siderurgia Paesi Bassi 2017

Market Monitor

  • Paesi Bassi
  • Metalli ,
  • Acciaio

14 novembre 2017

Mentre le prospettive per la fine del 2017 e il 2018 rimangono positive, a causa della sovraccapacità esiste una pressione dei prezzi costante nella maggior parte dei segmenti, che incide sui margini.

  • Benché contribuisca soltanto all’1,1% del PIL olandese, l’industria siderurgica è il fornitore principale del settore automobilistico, dell’edilizia e dei macchinari. La produzione olandese di acciaio ha toccato 7 milioni di tonnellate nel 2016 facendo dei Paesi Bassi il sesto produttore a livello europeo. L’industria consiste principalmente di grossisti e commercianti e dipende fortemente dalla performance del settore edile locale.
  • Dopo alcuni anni difficili, dalla fine del 2015 il settore ha beneficiato della ripresa dell’edilizia, oltre che dell’aumento della domanda da parte dell’industria automobilistica e dei macchinari e della crescita dell’export, e le prospettive generali per gli ultimi mesi del 2017 e il 2018 si confermano positive.
  • Tuttavia, dato l’eccesso di capacità produttiva, i prezzi sono sotto pressione nella maggior parte dei segmenti, con un effetto negativo sui margini di profitto. Va detto comunque che, alla luce del buon andamento della domanda, i margini dovrebbero mantenersi stabili nei prossimi 12 mesi. L’innovazione continua a rappresentare un fattore importante per migliorare l’efficienza e ridurre i costi.
  • I produttori, grossisti e commercianti di acciaio dipendono fortemente dalle banche per il finanziamento delle giacenze. Grazie alla ripresa economica, le banche sono oggi più propense a concedere prestiti rispetto agli anni passati. Tuttavia, un calo significativo dei prezzi dell’acciaio potrebbe rendere più difficile l’accesso al credito.
  • I pagamenti nel settore siderurgico olandese richiedono in media 45 giorni. Negli ultimi 12 mesi il numero di ritardi di pagamento e insolvenze ha visto una flessione e dovrebbe mantenersi stabile nei prossimi mesi. Il tasso di insolvenza di questo settore è piuttosto basso.
  • Alla luce dell’attuale performance positiva e delle prospettive favorevoli, il nostro approccio assicurativo è generalmente aperto. Monitoriamo con maggiore attenzione i livelli di stock
    e le imprese siderurgiche a basso valore aggiunto,in quanto maggiormente esposte alle oscillazioni dei prezzi. Prestiamo inoltre particolare attenzione alle imprese fortemente dipendenti dal settore petrolifero e delle costruzioni navali, a causa della riduzione degli ordini.

 

Documenti collegati