Market Monitor Siderurgia India 2017

Market Monitor

  • India
  • Metalli ,
  • Acciaio

14 novembre 2017

A causa di un elevato livello di attività deteriorate, le banche restano riluttanti a fornire prestiti e il finanziamento esterno a condizioni competitive rimane una sfida.

  • La solida crescita sostiene il consumo interno di acciaio
  • Misure del Governo per contenere le importazioni di acciaio
  • Aumento dei casi di mancato pagamento nel 2016 e 2017

In linea con gli alti tassi di crescita annua dell’economia dell’India (oltre il 7%), la World Steel Association prevede che la domanda interna di acciaio aumenterà del 6,1% quest’anno e del 7,1% nel 2018, dopo la crescita del 4,1% registrata nel 2016. La domanda è sostenuta principalmente da alcune industrie di riferimento, tra cui l’edilizia, beni strumentali e beni durevoli di consumo. L’India è il terzo produttore di acciaio a livello mondiale, con una produzione che è cresciuta del 5,1% tra gennaio e agosto di quest’anno.

Nell’ottica di porre un freno alle importazioni crescenti e di proteggere i produttori locali, il Governo indiano ha varato alcune misure nel 2015 e 2016 (ossia, l’aumento dei dazi all’importazione di acciaio e la definizione di un prezzo minimo all’importazione di acciaio). Queste misure sono state accolte con entusiasmo dalle imprese siderurgiche indiane che avevano dovuto confrontarsi con la flessione delle vendite, la riduzione dei profitti e, in alcuni casi, perdite ed erosione del patrimonio netto.

Un ulteriore stimolo al settore è venuto dal programma, varato dal Governo, che ha l’obiettivo di triplicare la produzione annua di acciaio dell’India, portandola a 300 milioni di tonnellate, favorendo l’acciaio prodotto localmente e azzerando le importazioni entro il 2030.

Tuttavia, restano ancora delle difficoltà: la capacità di utilizzo è bassa e i benefici legati alla crescita della domanda interna saranno frenati dai limiti imposti ai prezzi di vendita a causa del persistente eccesso di capacità produttiva livello globale. La percentuale elevata di progetti sospesi nel settore siderurgico ha fatto aumentare il numero di finanziamenti in essere, facendo del settore uno dei comparti che contribuiscono maggiormente ai non-performing assets (NPA) in India. Dato il livello elevato di NPA, le banche continuano a mostrarsi riluttanti nella concessione di prestiti al settore e il finanziamento esterno a condizioni competitive resta un problema per molte imprese siderurgiche.

I pagamenti nel settore siderurgico indiano richiedono in media 60-90 giorni. Il numero di notifiche di mancato pagamento è cresciuto nel 2016 e nel primo semestre del 2017 e manteniamo quindi un approccio assicurativo restrittivo, soprattutto nei confronti dei commercianti e grossisti di acciaio e metalli.

Documenti collegati