Spagna: l'assicurazione dei crediti protegge le aziende

Barometro sui comportamenti di pagamento

  • Spagna
  • Agricoltura ,
  • Costruzioni ,
  • Alimentare

24 novembre 2021

La Spagna si aspetta elevati livelli di insolvenza nel 2022. Le imprese intervistate nel paese rivelano un maggiore interesse per l'uso dell'assicurazione del credito nei prossimi mesi.

Introduzione

L'indagine del Barometro sui comportamenti di pagamento, condotta quest'anno in Spagna nei settori agroalimentare, chimico e dei materiali da costruzione , ha rivelato principalmente un quadro in cui le imprese mantengono lo status quo in termini di gestione dei loro crediti. I ritardi di pagamento, per esempio, sono rimasti stabili anno su anno, con poco più della metà dell'importo totale delle fatture B2B in ritardo. Sarà interessante vedere se sarà così anche l'anno prossimo. Il sostegno fiscale esteso alle imprese dal governo continuerà fino alla fine del quarto trimestre. Una volta che questo sarà eliminato e la moratoria sulla bancarotta rimossa, è probabile che vedremo un aumento delle insolvenze, con alcuni commentatori che prevedono un aumento del 26% dei livelli di insolvenza elevati. Le imprese dovrebbero idealmente prendere provvedimenti per proteggersi dall'aumento del rischio di insolvenza.

Principali risultati del sondaggio

  • Durante lo scorso anno, le aziende intervistate in tutta la Spagna ci hanno detto di aver effettuato una percentuale inferiore delle loro vendite B2B a credito. Si tratta del 55% di tutte le vendite B2B, in calo rispetto al 58% dello scorso anno. Le richieste di credito commerciale sono state rifiutate più spesso a causa dei maggiori rischi di mancato pagamento da parte dei clienti.
  • I ritardi di pagamento riguardano in media il 53% del valore totale delle fatture B2B emesse dalle imprese intervistate in Spagna. Questo dato è rimasto quasi stabile rispetto al sondaggio dello scorso anno. Il valore totale delle vendite B2B ancora in sospeso dopo 90 giorni è pari all'8%, rispetto al 7% dello scorso anno, anche se tutte queste fatture scadute sono state cancellate.
  • Il 52% delle aziende ha assicurato i propri crediti con un'assicurazione del credito commerciale e una percentuale simile ha scelto di gestire internamente i crediti (58%). La maggior parte di imprese ci hanno detto di aver lavorato per rafforzare i loro processi di controllo del credito quest'anno.
  • Guardando al 2022, la stragrande maggioranza delle aziende con cui abbiamo parlato ha espresso ottimismo e previsto una crescita per il prossimo anno (75%). Molte ci hanno detto di credere che il commercio del credito B2B aumenterà in gran parte come un modo per finanziare i clienti in difficoltà finanziaria (34%).
  • Tuttavia, le imprese con cui abbiamo parlato in tutta la Spagna non trascurano che i rischi negativi rimangono, il più grande dei quali è la continua incertezza sulla pandemia che colpisce l'economia globale, con ripercussioni negative anche sull'economia interna spagnola.
  • Alla domanda su quali cambiamenti indotti dalla pandemia diventeranno una caratteristica permanente del loro modo di fare affari, il 48% delle aziende ci ha detto di aver integrato in modo permanente alcune innovazioni legate all'aumento dell'uso delle tecnologie digitali, in particolare nell'area dello smart working.

Per avere maggiori informazioni

Il rapporto Barometro sui comportamenti di pagamento per la Spagna fornisce approfondimenti sulle pratiche di pagamento B2B e sull'approccio delle aziende alla gestione del rischio di credito dei clienti nei seguenti settori locali:

  • Agro - alimentare
  • Chimico
  • Materiali da costruzione

Per una panoramica completa, è possibile scaricare il rapporto completo del paese disponibile nella sezione Documenti correlati qui sotto. L'appendice statistica e i risultati del sondaggio per l' Europa Occidentale  sono anch'essi disponibili per il download gratuito.

Tutti i contenuti di questa pagina sono soggetti al nostro Disclaimer, disponibile qui.