CEE Rapporto Paese Slovacchia 2017

Rapporto Paese

  • Slovacchia
  • Agricoltura ,
  • Trasporti,

10 ottobre 2017

La crescita dovrebbe rimanere al di sopra del 3% nel 2017 e nel 2018, ma l'economia rimane vulnerabile agli sviluppi negativi nel settore automobilistico.

Rapporto Paese Slovacchia 2017 Fig 1
Rapporto Paese Slovacchia 2017 Fig 2

 

 

Situazione Politica

Capo di Stato: Presidente Andrej Kiska (da Giugno 2014)

Capo di Governo: Primo Ministro Robert Fico (d Aprile 2012)

Popolazione: 5,4 milioni

Il partito al potere ha perso la maggioranza assoluta nelle elezioni di marzo 2016

Nelle elezioni generali del marzo 2016, che si sono concentrate principalmente sulla crisi migratoria in Europa, il partito socialdemocratico Smer-SD ha perso più di Il 15% e la maggioranza assoluta in Parlamento, soprattutto a scapito di nazionalisti e partiti di destra. Nonostante ciò, lo Smer-SD è ancora il più grande partito in parlamento ed ha costituito un governo di coalizione insieme al Partito nazionalista SNS ed al partito conservatore più grande Hid.

Situazione Economica

Previsioni di crescita superiori al 3% nel 2017 e 2018

Rapporto Paese Slovacchia 2017 Fig. 3

L’economia slovacca è cresciuta del 3,3% nel 2016 e, secondo le stime, la crescita dovrebbe continuare ad attestarsi al di sopra del 3% nel 2017 e nel 2018 (3,1% e 3,5% rispettivamente), trainata da una domanda interna ancora  robusta, dall’impennata degli investimenti e dalle esportazioni verso l’area dell’euro.
Si stima che i consumi privati continueranno a essere uno dei motori principali dell’espansione economica, alimentata dalla crescita dei redditi delle famiglie. Il mercato del lavoro mostra forti segni di miglioramento, con una previsione della tendenza del tasso di disoccupazione al ribasso dal 14,1% nel 2013 al 7,7% nel 2017 fino al 7,4% nel 2018, complici condizioni economiche interne più favorevoli.

Rapporto Paese Slovacchia 2017 Fig. 4

Le esportazioni dovrebbero continuare a crescere nel 2017 e 2018, soprattutto grazie alle prospettive favorevoli dell’industria automobilistica. I grandi investimenti esteri hanno aumentato la produttività e l’espansione delle esportazioni. Gli investimenti delle imprese e la spesa per le infrastrutture  dovrebbero aumentare.
Le finanze pubbliche sono stabili, forti di un deficit  di bilancio mantenuto sotto la soglia del 3% del PIL sin dal 2013. Secondo le previsioni, il disavanzo pubblico scenderà all’1,6% nel 2017 e all’1,4% nel 2017. Il debito pubblico ammonta al 52% del PIL. La posizione economica estera della Slovacchia è solida. Il disavanzo delle partite correnti dovrebbe trasformarsi in un surplus nel 2018.

Elevata dipendenza dalle esportazioni (nel comparto automobilistico)

Rapporto Paese Slovacchia 2017 Fig. 5

Poiché l’economia slovacca dipende fortemente dalle esportazioni industriali (collegate soprattutto al settore automobilistico) verso l’area dell’euro e, in particolare, la Germania, il paese resta molto vulnerabile a una recessione dell’eurozona e/o a sviluppi negativi nel comparto dell’automotive.