Rapporto Paese Colombia 2018

Rapporto Paese

  • Colombia
  • Agricoltura ,
  • Trasporti,

17 aprile 2018

Dalla seconda metà del 2017 la crescita del PIL ha ripreso ad accelerare, grazie ad un ambiente esterno più favorevole ed agli effetti dello stimolo della politica monetaria.

Rapporto Paese Colombia 2018 - Panoramica
Rapporto Paese Colombia 2018 - Settori

Situazione politica

Un accordo di pace organico, ma ancora contestato                 

Dopo anni di trattative, a dicembre 2016 è stato finalmente firmato l’accordo di pace raggiunto fra il governo colombiano e le FARC, il principale gruppo rivoluzionario. Nell’agosto 2017 i ribelli smobilitati delle FARC hanno consegnato le loro ultime armi ai rappresentanti delle Nazioni Unite e il governo ha dichiarato formalmente concluso un conflitto armato durato 52 anni. Il 1° settembre le FARC di sinistra si sono trasformate in un partito politico. I colloqui con lo sparuto gruppo di guerriglieri dell’Ejército de Liberación Nacional (ELN) sono stati sospesi dal governo all’inizio del 2018 dopo diversi attentati dinamitardi, ma dovrebbero riprendere.

Il processo di pace si ritrova ad affrontare sfide importanti, poiché i guerriglieri delle ex FARC potrebbero lottare per integrarsi nella società e alcune parti dell’accordo di pace rimangono controverse. Le elezioni congressuali del marzo 2019 hanno rafforzato la posizione dei partiti conservatori che si oppongono a taluni elementi fondamentali dell’accordo di pace (ad esempio, l’impunità per gli ex membri delle FARC).

Le elezioni presidenziali si terranno nel maggio 2018 e il loro esito avrà un impatto importante sul futuro del processo di pace. Allo stesso tempo, si prevede che le politiche economiche ortodosse del governo in carica continueranno, a prescindere dal risultato elettorale.

Situazione economica

Ripresa in corso dal 2º semestre del 2017

Rapporto Paese Colombia 2018 - Pil

A partire dal 2º semestre del 2017 la crescita economica ha ricominciato ad accelerare, grazie a un contesto esterno più favorevole (aumento dei prezzi del petrolio e delle materie prime) e agli effetti degli stimoli della politica monetaria.

I consumi privati, gli investimenti e la produzione industriale hanno ripreso a crescere e si prevede un aumento del PIL di circa il 2,5% nel 2018. L’inflazione è diminuita nel 2017 e dovrebbe scendere ulteriormente quest’anno, offrendo alla Banca centrale un maggiore margine di manovra per abbassare ulteriormente i tassi di interesse in modo da sostenere l’espansione economica. Negli ultimi anni sane politiche economiche hanno contribuito a un incremento della capacità reddituale e della resilienza economica. Le riforme fiscali del 2016, con un aumento dell’IVA dal 16% al 19% e una semplificazione del regime fiscale, mostrano sempre più i loro effetti. La maggior parte del debito pubblico è finanziata internamente e a lungo termine, a tassi fissi.

Rapporto Paese Colombia 2018 - Inflazione
La posizione economica estera della Colombia resta solida. Il governo rappresenta circa il 60% del debito estero del paese e, sebbene i rapporti debito estero e servizio del debito siano aumentati dal 2014 a causa del deprezzamento della valuta e delle minori entrate da esportazione, si prevede che entrambi diminuiranno nuovamente nel 2018. I rischi sono mitigati dalla copertura; inoltre, grazie a rating di investment grade stabili e a record di pagamenti eccellenti, il paese è in grado di accedere facilmente ai mercati internazionali dei capitali.

 

Rapporto Paese Colombia 2018 - Investimenti

La posizione di liquidità internazionale è solida, caratterizzata da riserve internazionali pari a circa 10 mesi di copertura delle importazioni e in grado di soddisfare il requisito di finanziamento esterno. Le riserve ufficiali sono sostenute da una linea di credito precauzionale flessibile del FMI, che fornisce una maggiore assicurazione contro i maggiori rischi esterni, in quanto la Colombia rimane vulnerabile al pessimismo degli investitori a causa di uno stock relativamente elevato di investimenti di portafoglio in entrata (pari al 180% delle riserve ufficiali). Inoltre, il tasso di cambio flessibile funge da ammortizzatore degli shock, sostenuto da una dollarizzazione limitata dell’economia e da un debito estero contenuto. Nel 2018 si prevede una graduale svalutazione del peso, che dipenderà dalle tempistiche e dalla rapidità degli aumenti del tasso di interesse statunitense.

L’accordo di pace con le FARC potrebbe aumentare i tassi di crescita a medio termine grazie a investimenti in zone precedentemente interessate da conflitti e a una maggiore fiducia dei consumatori. Tuttavia, nonostante i significativi progressi compiuti a livello economico negli ultimi anni, la Colombia registra ancora tassi elevati di povertà e disuguaglianza, soprattutto nelle aree rurali. Per conseguire una crescita economica sostenibile a lungo termine, è necessario promuovere l’occupazione, attuare riforme sociali e migliorare le infrastrutture.

Documenti collegati