Industria chimica mondiale: opportunità e sfide

Market Monitor

  • Belgio ,
  • Cina ,
  • Francia ,
  • Germania,
  • India,
  • Giappone ,
  • Malesia ,
  • Paesi Bassi,
  • Spagna ,
  • Stati Uniti d'America ,
  • Vietnam
  • Chimico

05 novembre 2021

Anche se l'industria chimica ha subito una leggera contrazione durante la recessione pandemica, si stanno aprendo nuove opportunità, guidate dai cambiamenti nella domanda e dalle nuove tecnologie

Introduzione

Il quadro generale per l'industria chimica a livello globale dalla crisi finanziaria del 2009 è stato in gran parte di crescita. Secondo i dati pubblicati dal Cefic (il Consiglio europeo dell'industria chimica), le vendite globali di prodotti chimici sono aumentate da 1.172 miliardi di euro nel 2009 a 3.669 miliardi di euro nel 2019.1 Anche se i problemi causati dalla recessione pandemica nel 2020 hanno inevitabilmente colpito l'industria causando una piccola contrazione della produzione chimica, la crescita della domanda e della produzione di prodotti chimici è destinata a riprendersi.

Tuttavia, scavando più a fondo nei dati, la realtà e le prospettive dell'industria sono molto più varie di quanto suggerisca questa istantanea. Si possono notare notevoli differenze tra le aree geografiche e i settori. È presente un quadro disomogeneo della produzione in ogni parte del mondo, anche tra paesi all'interno della stessa regione. L'industria sta attualmente affrontando un panorama mutevole di sfide e opportunità. I mercati finali in via di sviluppo che si spostano verso nuovi flussi di valore, un crescente desiderio di sostenibilità insieme alla necessità di conformarsi alla legislazione ambientale e gli sviluppi tecnologici sono tutti fattori che sostengono potenziali opportunità di crescita. 

In questo documento offriamo una panoramica del mercato globale dei prodotti chimici come si presenta oggi, comprese le tendenze, le possibili opportunità di crescita e le potenziali sfide affrontate da questo settore industriale.

1 https://cefic.org/a-pillar-of-the-european-economy/facts-and-figures-of-the-european-chemical-industry/profile/#h-china-dominates-chemical-sales-world-ranking

Le prospettive a livello globale sono ampiamente positive

Le prospettive globali per il settore chimico sono positive, la maggior parte degli analisti prevede un trend di crescita, specialmente per la Cina e le economie emergenti. Secondo BASF, la produzione chimica globale (esclusi i prodotti farmaceutici) dovrebbe crescere del 4,4% nel 2021. Questo dato è al di sopra della media degli anni precedenti alla pandemia  e rappresenta un forte rimbalzo dopo la recessione pandemica in cui la produzione chimica globale complessiva si è contratta dello 0,4% nel 2020 (rispetto a un aumento dell'1,9% nel 2019).

Mercato mondiale dei prodotti chimici - Panoramica

Le tendenze previste per il 2021

  • 4,4% di aumento della produzione
  • Crescita prevalentemente nei mercati emergenti
  • Tasso di crescita del 2,5% nelle economie avanzate

 

 

 

 

 

 

 

Outlook for chemical production | Atradius

 

 

 

 

 

 

 

Crescita nel settore agrochimico

La domanda di prodotti agrochimici dovrebbe essere più alta nella regione Asia-Pacifico, dove c'è una forte tradizione agricola. India, Sri Lanka, Cina e Vietnam, in particolare, sono fortemente dipendenti per la crescita economica dall'agricoltura e dalle industrie correlate. Una tendenza chiave vista nel segmento agrochimico negli ultimi anni è un aumento dell'attività di fusioni ed acquisizioni. Il mercato agrochimico globale sta assistendo a un consolidamento, che da un lato sta contribuendo al calo dei volumi in alcuni segmenti, ma nel complesso sta generando alcuni modelli di grandi imprese.

Cresce il settore dei prodotti chimici speciali

La crescita di questo segmento è guidata dalla crescente domanda di prodotti chimici ad alte prestazioni e specifici per funzione. Il segmento dei detergenti industriali  ha rappresentato la quota più grande di ricavi nel mercato nel 2019 con l'8,6% e si prevede che vedrà un tasso di crescita del 4,0% nel prossimo periodo. Il segmento CASE che include rivestimenti, adesivi, sigillanti ed elastomeri sta anche emergendo come un'area potenzialmente redditizia e ha rappresentato una quota di valore del 3,4% nel 2019. Anche i prodotti chimici per l'edilizia dovrebbero emergere come uno dei segmenti di prodotti di primo piano con proiezioni di crescita significative tra il 2020 e il 2027.

Crescita nel settore dei prodotti chimici di consumo

Si prevede una crescita sana anche per il settore dei prodotti chimici di consumo, in particolare nei segmenti dei cosmetici e degli aromi. L'Asia-Pacifico è il più grande mercato regionale per i prodotti chimici per gli aromi. Nel 2019 ha coperto una quota di entrate del 29,6%  e la maggior parte delle previsioni prevede un continuo dominio del mercato guidato in gran parte dalle industrie di profumi, alimenti e bevande in Cina, India e Giappone. Le dimensioni del mercato globale dei prodotti chimici per aromi sono state valutate a 5,5 miliardi di dollari nel 2019 e si prevede che crescano a un tasso di crescita annuale composto del 5,8% tra il 2020 e il 2027.

Ambiente, governance sociale e sostenibilità

Le questioni di governance ambientale e sociale (ESG) sono a un punto critico per l'industria chimica e stanno influenzando le imprese di tutti i settori. Le tendenze ad avanzare ed a mantenere lo status quo sono entrambe presenti, in quanto le aziende rispondono alle normative, alle preferenze dei clienti e alle indicazioni dei consigli di amministrazione. Oltre alle normative sui prodotti chimici nella maggior parte dei principali mercati, tra cui Stati Uniti, Europa e Cina, c'è una crescente domanda tra i consumatori per prodotti "verdi" ed etici. Ci si aspetta che la performance ESG sia sottoposta a benchmark tanto quanto i costi e altre metriche di produttività.

Sviluppi tecnologici

La continua adozione di innovazioni tecnologiche è una caratteristica dell'industria chimica presente in ogni segmento e crea sia opportunità che rischi. La crescente necessità di efficienza dei processi sta per esempio portando all'adozione di tecnologie come i sensori IoT (Internet of Things) sia per i processi produttivi che per le prestazioni del prodotto finale. C'è anche una crescente adozione della tecnologia blockchain per consentire la trasparenza della catena di approvvigionamento e la tracciabilità del prodotto nella distribuzione ai mercati finali.

Conclusioni

L'industria chimica sta gestendo bene le incertezze nelle catene di fornitura interrotte dalla pandemia e la recessione globale ad esse associata, ma allo stesso tempo deve affrontare una serie di sfide e opportunità. I cambiamenti nella domanda, causati in gran parte dal modificarsi delle preferenze dei consumatori e dall'aumento della legislazione ambientale, stanno guidando i progressi tecnologici in tutto il settore. Guardando al futuro, l'industria rimane florida, con il maggior potenziale di crescita in Cina e nei mercati dell'Asia-Pacifico.

 

Documenti collegati