Rapporto Paese Perù 2019

Rapporto Paese

  • Perù
  • Generale

30 aprile 2019

I principali rischi per le l’economia del Perù sono un brusco rallentamento dell'economia cinese e l'aumento delle tensioni sociali nel settore minerario, che pregiudicherebbero gli investimenti.


peru 2019 pic2 Rapporto Paese Perù 2019 - Panoramica

 

Rapporto Paese Perù 2019 - Settori

Situazione politica

Persistono debolezze istituzionali e conflitti sociali

Il vicepresidente Martin Vizcarra ha assunto la presidenza nel marzo 2018, in seguito alle dimissioni dell'attuale titolare Pedro Kuczynski per evitare l'impeachment a causa di uno scandalo riguardante un conflitto di interessi. Vizcarra ha avviato alcune iniziative di riforma per migliorare le persistenti debolezze istituzionali e combattere la corruzione endemica del paese. La maggior parte di esse (regolamentazione del finanziamento dei partiti politici, revisione del sistema di nomina di giudici e pubblici ministeri, divieto di rielezione immediata dei membri del parlamento) sono state approvate in un referendum nel dicembre 2018.

Nonostante il significativo progresso economico degli ultimi anni, il paese è ancora alle prese con una povertà elevata e con ampie disuguaglianze nella distribuzione del reddito, specialmente tra regioni costiere e interne. Divampano ancora determinati conflitti sociali, principalmente nell'essenziale settore delle attività minerarie.

Situazione economica

Prevista una crescita vigorosa del PIL nel 2019 e 2020   

La piccola economia aperta del Perù è fortemente dipendente dai minerali (rame, oro, petrolio e gas) che rappresentano oltre il 60% delle esportazioni. Il paese, che ha concluso accordi commerciali con, tra gli altri mercati, Stati Uniti, UE e Cina, è anche membro dell'Alleanza per il Pacifico e del nuovo CPTPP e ha recentemente firmato un nuovo accordo di libero scambio con l'Australia.

Rapporto Paese Perù 2019 - Pil

Per il 2019 e il 2020 si prevede una crescita annua del PIL nell'ordine del 4%, sostenuta dall'aumento dei prezzi delle materie prime e da una forte domanda interna. Le imprese private stanno sviluppando nuove miniere, stimolando così gli investimenti del settore privato. I consumi privati crescono grazie all'aumento dei redditi delle famiglie e all'elevata fiducia dei consumatori. Secondo le stime, l'inflazione dovrebbe rimanere entro il tasso obiettivo della Banca Centrale del 1%-3% nel 2019 e 2020.

Il governo vanta una solida esperienza di politica prudente e favorevole alle imprese. Il contesto imprenditoriale è ulteriormente sostenuto dai rating sovrani di investment grade, da istituzioni forti e da un ambiente esterno solido.

Rapporto Paese Perù 2019 - Esportazioni

Per promuovere lo sviluppo degli elevati tassi di crescita, il governo dovrà continuare ad applicare riforme strutturali quali lo snellimento della burocrazia pubblica, il rafforzamento del sistema giudiziario, la riduzione della rigidità del mercato del lavoro e il miglioramento delle infrastrutture e dell'istruzione.

La situazione di liquidità del Perù appare molto forte, con riserve internazionali pari a 19 mesi di copertura delle importazioni, risultando dunque ampiamente in grado di soddisfare le necessità di finanziamento esterno. La solvibilità è sotto controllo e i disavanzi delle partite correnti sono moderati. Il solido indice di liquidità e di solvibilità rafforza la resistenza del Perù agli shock economici esterni.

Rapporto Paese Perù 2019 - Consumi privati

I principali rischi per le prospettive economiche del Perù sono un brusco rallentamento dell'economia cinese e l'aumento delle tensioni sociali nel settore minerario, che pregiudicherebbero il clima degli investimenti. Allo stesso tempo, il piccolo ma ben capitalizzato e sorvegliato settore finanziario peruviano è altamente dollarizzato (il dollaro statunitense è di fatto preferito per le grandi operazioni e i risparmi): fattori, questi, che lo espongono a potenziali rischi di cambio.

Documenti collegati