Indonesia: solida ripresa del PIL nonostante i rischi

Rapporto Paese

  • Indonesia
  • Trasporti,
  • Costruzioni ,
  • ICT ,
  • Generale,
  • Metalli ,
  • Servizi ,
  • Acciaio

07 luglio 2022

L’economia è in ripresa ed i vari settori stanno recuperando terreno anche se permangono dei rischi

 

 

 

 

 

 

 

 

Performance of Indonesian industries 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

Situazione politica

Gli interessi acquisiti ostacolano le riforme strutturali

Nel suo secondo mandato, il presidente Joko Widodo ha continuato ad occuparsi di riforme economiche, come il miglioramento delle infrastrutture per sostenere il settore manifatturiero e l'economia digitale, le riforme del mercato del lavoro e le norme sugli investimenti esteri. Tuttavia, alcuni elementi chiave della sua agenda politica continuano a essere ostacolati da interessi acquisiti. Mentre Widodo gode di un ampio sostegno alla Camera dei Rappresentanti, l'ampia schiera di gruppi politici presenti nel suo gabinetto rende difficile l'elaborazione di politiche incisive. I compromessi sulle politiche e sulle nomine del gabinetto dovrebbero preservare la coalizione fino alle prossime elezioni presidenziali, previste per febbraio 2024. Secondo la Costituzione, il presidente può rimanere al potere solo per due mandati, il che significa che Widodo non potrà ricandidarsi.

 

I lockdown sono stati revocati alla fine del 2021

Rispetto ai paesi vicini, il governo indonesiano ha tardato ad adottare misure complete per contenere la diffusione del coronavirus nel 2020 e 2021, molto probabilmente a causa delle preoccupazioni per le conseguenze negative sull'economia. Per tutto il 2020 e la prima parte del 2021 sono state attuate nell'arcipelago solo restrizioni più blande sulle attività sociali.

Nei mesi di giugno e luglio 2021, i casi di coronavirus sono aumentati drasticamente, raggiungendo i 55.000 nuovi casi giornalieri a metà luglio. Il Paese ha registrato uno dei tassi più alti di casi di contagio nel Sud-Est asiatico. Infine, nel luglio 2021 sono state imposte misure di contenimento più restrittive a Java, Bali e in altre parti del Paese.

Tali misure sono state  revocate alla fine del 2021 e all'inizio del 2022, e da allora la pandemia è stata ampiamente contenuta. La diffusione del vaccino ha preso slancio nel terzo trimestre del 2021, con circa il 62% della popolazione completamente vaccinata alla fine di giugno 2022. Tuttavia, la distribuzione delle dosi di richiamo sarà probabilmente più lunga. Si prevede che circa il 60% della popolazione avrà ricevuto un richiamo entro la fine del 2023.

 

Situazione economica

La ripresa economica finora è stata solida

Nel 2020, il PIL indonesiano si è ridotto del 2,1%, una contrazione piuttosto contenuta rispetto a molti altri Paesi. Ciò è stato dovuto in parte al fatto che l'economia indonesiana è piuttosto chiusa (le esportazioni rappresentano solo il 20% circa del PIL, il che rende il Paese meno suscettibile alle flessioni del commercio globale rispetto ad altri Paesi del Sud-Est asiatico).

Nel 2021 l'economia ha registrato una ripresa del 3,7%, sostenuta principalmente da un'impennata del 24% delle esportazioni, dovuta alla forte domanda globale di materie prime. Mentre i consumi pubblici sono aumentati del 4,2%, la ripresa dei consumi privati è rimasta in sordina con una crescita del 2% .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indonesia GDP 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1° trimestre del 2022, il PIL dell'Indonesia è cresciuto del 5% su base annua, grazie al robusto aumento dei consumi delle famiglie, degli investimenti e delle esportazioni. La spesa delle famiglie ha beneficiato dell'abolizione delle restrizioni legate alla pandemia e dell'aumento delle vaccinazioni. Le esportazioni sono cresciute grazie alla solida domanda e all'aumento dei prezzi delle materie prime globali, come carbone, olio di palma e nickel.

Prevediamo che l'economia crescerà del 5,7% annuo nel 2022 e 2023. Quest'anno prevediamo che i consumi privati e gli investimenti aumentino rispettivamente del 6% e del 7,5%. Entrambi sono stati i principali motori di crescita negli anni precedenti alla pandemia. La produzione industriale dovrebbe crescere di oltre il 6% e le esportazioni continueranno ad aumentare, del 4,5%.

 

 

 

 

 

 

 

 

Indonesia exports 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

L'inflazione nei prezzi al consumo è un problema

Le pressioni inflazionistiche sono aumentate dall'inizio del 2022. Innescati dalla guerra in Ucraina, in Indonesia gli alti prezzi globali delle materie prime alimentari e dei carburanti restano un problema che potrebbe far salire ulteriormente i prezzi al consumo, danneggiando il potere d'acquisto delle famiglie. Finora il governo ha reagito aumentando i sussidi per il carburante e intervenendo sui prezzi dell'olio da cucina. Nell'aprile/maggio 2022, è stato imposto un divieto di esportazione di prodotti derivati da olio di palma grezzo e raffinato per tre settimane, dopo mesi di carenza di olio da cucina a livello nazionale. La scarsità aveva provocato un forte aumento dei prezzi di questo prodotto, con un forte impatto sui prezzi alimentari complessivi del Paese.

 

 

 

 

 

 

 

 

Indonesia private con 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

Atteso un aumento dei tassi di interesse nel secondo semestre del 2022

Per sostenere l'economia durante la pandemia, la Banca centrale indonesiana ha abbassato il tasso di interesse di riferimento di 150 punti base in totale dall'inizio del 2020, portandolo al 3,5%. Tuttavia, a giugno l'inflazione è salita al 4,35% (3,55% a maggio), superando l'obiettivo della Banca d'Indonesia di un intervallo compreso tra il 2% e il 4%. Ulteriori aumenti mensili dei prezzi al consumo sono altamente probabili.

Pertanto, ci aspettiamo che la Banca d'Indonesia aumenti il tasso d'interesse di riferimento nei prossimi mesi. Un'altra ragione per un rialzo dei tassi sono le preoccupazioni per la stabilità della rupia e i deflussi di capitale, dopo che la Federal Reserve statunitense ha iniziato ad aumentare i tassi di interesse da marzo. La riduzione del differenziale dei tassi d'interesse reali tra Indonesia e Stati Uniti ha esercitato una pressione al ribasso sulla rupia rispetto al dollaro USA.

Introdotte misure fiscali a sostegno dell'economia

Il governo indonesiano ha rimosso il limite costituzionale del deficit di bilancio al 3% del PIL per il periodo 2020-2022 e ha introdotto ampie misure di stimolo per sostenere l'economia, nella fase più acuta della pandemia. Le misure chiave per sostenere l'economia hanno finora incluso l'aumento della spesa sanitaria, le misure di protezione sociale, i tagli alle imposte sulle imprese, la ristrutturazione dei debiti, i prestiti speciali alle PMI, i sussidi alle fasce più povere della popolazione e ai lavoratori informali (circa 70 milioni dei 270 milioni di abitanti dell'Indonesia lavorano nel settore informale) e l'espansione dei progetti del settore pubblico.

Queste spese importanti hanno portato a un deficit fiscale del 6,2% del PIL nel 2020 e del 4,6% del PIL nel 2021. Nel 2022, il deficit fiscale dovrebbe diminuire leggermente grazie alla maggiore crescita economica, fino al 3,4% del PIL. Il debito pubblico aumenterà al 45% del PIL (35% del PIL nel 2019).

Proseguendo con questo ritmo, le finanze pubbliche indonesiane dovrebbero rimanere gestibili, anche grazie al fatto che i deficit di bilancio annuali pre-pandemia erano bassi. Tuttavia, la persistente bassa riscossione delle imposte, i sussidi e le inefficienze negli esborsi del bilancio pubblico rimangono un problema.

 

 

 

 

 

 

 

 

Indonesia investments 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

Migliori previsioni di performance per alcuni settori 

Poiché la ripresa economica sostiene la crescita e il rilancio di alcuni settori chiave, abbiamo recentemente aggiornato in positivo le previsioni sulle performance economiche e sul  rischio di credito di diversi settori. Abbiamo rivisto la valutazione per il settore ICT da "Discreto" a "Buono", mentre i settori Automotive, Metalli/Acciaio, Minerario e Servizi sono passati da "Scarso" a "Discreto" (vedi grafico sopra). 

L'ICT ha registrato una buona performance durante la pandemia, poiché molte aziende hanno accelerato i loro progetti di trasformazione digitale. Il settore ha ampiamente beneficiato dell'aumento del lavoro a distanza e dell'e-learning. I mancati pagamenti sono bassi nel settore. Prevediamo che la produzione ICT crescerà dell'8% annuo nel 2022 e nel 2023.

Il settore automobilistico beneficia degli incentivi fiscali che hanno incrementato le vendite di automobili. Inoltre, i consumatori hanno ricominciato a investire in componenti per veicoli come i pneumatici. Prevediamo una crescita della produzione automobilistica di circa il 10% annuo nel 2022 e nel 2023.

La produzione di metalli e acciaio dovrebbe crescere di oltre il 10% nel 2022. La crescita è trainata principalmente dalla forte domanda dell'industria delle costruzioni, che quest'anno dovrebbe crescere di circa il 12%. Sia il governo (progetti infrastrutturali) che il settore privato hanno ripreso i loro progetti edilizi dalla seconda metà del 2021.

I ricavi dell'industria mineraria sono trainati dall'attuale impennata dei prezzi delle materie prime, che ha innescato ulteriori investimenti nei segmenti dell'estrazione e della lavorazione dei minerali. Tuttavia, nonostante il recente aumento dei prezzi di vendita, la performance del segmento dell'estrazione del carbone rimane volatile.

A causa delle misure di contenimento e delle restrizioni ai viaggi, molti segmenti del settore dei servizi in Indonesia hanno sofferto pesantemente, soprattutto quelli legati al turismo, come hotel, ristoranti, bar, eventi culturali e di intrattenimento, agenzie di viaggio e tour operator. La produzione alberghiera e della ristorazione ha subito una contrazione del 10% nel 2020. Con l'abolizione delle restrizioni e la ripresa del turismo, questo segmento dovrebbe crescere dell'8% annuo nel 2022 e nel 2023.

Ancora numerosi i rischi per la prospettiva futura

Il periodo di ripresa in corso è soggetto a rischi negativi. Tra questi, l'ulteriore aumento dei prezzi dei prodotti alimentari ed energetici e le continue disfunzioni della catena di approvvigionamento causate dalle ripercussioni economiche della guerra in Ucraina. Altri potenziali problemi sono un marcato rallentamento dell'economia cinese a causa di ulteriori restrizioni, che potrebbe colpire le esportazioni di materie prime. Inoltre, un eccessivo irrigidimento della politica monetaria globale, in particolare negli Stati Uniti, potrebbe avere un impatto negativo sull'economia e sul tasso di cambio indonesiano.

Il paese rimane strutturalmente vulnerabile agli shck esterni

Il livello del debito estero indonesiano in termini di PIL sembra gestibile (37% del PIL nel 2022). Il debito estero in rapporto alle esportazioni di beni e servizi è diminuito dal 216% nel 2020 al 167% nel 2021, grazie alla solida crescita delle esportazioni. Tuttavia, la posizione esterna dell'Indonesia rimane vulnerabile, a causa della forte dipendenza dagli investimenti di portafoglio per il finanziamento del persistente deficit delle partite correnti, delle attività estere piuttosto basse e della struttura sfavorevole dei creditori del debito estero (quasi l'85% sono creditori privati). Gli investitori stranieri detengono oltre il 30% dei titoli di Stato indonesiani, una quota maggiore rispetto agli altri paesi della regione.

Ciò rende l'economia suscettibile a una forte riduzione dei flussi di capitale verso i mercati emergenti, ad esempio a causa di una stretta monetaria ancora più aggressiva negli Stati Uniti. In uno scenario del genere, le società indonesiane che hanno contratto prestiti in valuta estera senza coprire il rischio valutario potrebbero avere problemi con i loro debiti, in particolare se la rupia dovesse subire un forte deprezzamento rispetto al dollaro USA. Gli investitori stranieri detengono circa un terzo del finanziamento del debito delle imprese.

Tuttavia, va detto che la vulnerabilità dell'Indonesia alle variazioni del sentiment degli investitori è mitigata da politiche monetarie solide, da un settore bancario solido e dal fatto che gran parte del debito pubblico estero è a lungo termine.

 

 

 

Documenti collegati