Rapporto Paese Germania 2018

Rapporto Paese

  • Germania
  • Agricoltura ,
  • Trasporti,

15 maggio 2018

L'espansione economica rimane ampia, guidata dai consumi privati e dagli investimenti delle imprese, mentre la crescita delle esportazioni è sostenuta dalla domanda della zona euro.

Germania Panoramica
Germania Settori

Situazione insolvenze

Meno insolvenze, ma con un aumento dei crediti insoluti nel 2017

La costante performance economica della Germania dal 2010 in avanti ha determinato un’ulteriore diminuzione dei fallimenti aziendali. Nel 2017 i fallimenti delle aziende hanno registrato un calo del 6,6%, attestandosi a 20.000 casi circa. Allo stesso tempo, nel 2017 i crediti insoluti dei creditori sono saliti a 29,7 miliardi di euro rispetto ai 27,4 miliardi nel 2016, a seguito del fallimento di società più grandi ed economicamente rilevanti nel 2017.

Germania Insolvenze

Situazione economica

L’espansione economica continua a poggiare su ampie basi

L’economia tedesca continua a mostrarsi resiliente, con una previsione di un solido tasso di crescita del 2,4% per il 2018. L’espansione economica continua a poggiare su ampie fondamenta, trainata dai consumi privati e dagli investimenti delle imprese, mentre la crescita delle esportazioni è sostenuta dalla domanda dell’area dell’euro.

La fiducia dei consumatori e delle imprese è elevata, mentre la crescita del credito rimane solida. Tuttavia, l’apprezzamento dell’euro si sta lentamente trasformando in un vento contrario per l’aumento delle esportazioni verso destinazioni al di fuori dell’eurozona.

L’incertezza sull’esito dei negoziati della Brexit getta un’ombra, poiché il Regno Unito è il terzo mercato d’esportazione della Germania. Anche eventuali perturbazioni del commercio mondiale causate da misure protezionistiche (ad esempio, indotte da cambiamenti nella politica economica statunitense) comporterebbero un rischio di peggioramento per l’economia tedesca.

Dal 2015 il governo federale ha ottenuto lievi surplus di bilancio, dovuti in gran parte all’aumento del gettito fiscale e alla riduzione del volume di pagamenti per i sussidi di disoccupazione. Si prevede che tale surplus di bilancio verrà mantenuto anche nel 2018 e nel 2019.

Documenti collegati