Market Monitor Macchinari Danimarca 2018

Market Monitor

  • Danimarca
  • Meccanica

13 novembre 2018

C'è una pressione sui profitti dei produttori di turbine e dei loro fornitori lungo la catena del valore, e sembra probabile un'ulteriore consolidamento.

Market Monitor Macchine Danimarca 2018

  • Il settore danese dei macchinari/ingegneria è fortemente orientato all’export e ha registrato andamenti variabili nel 2017 e nei primi mesi del 2018. La crescita è stata sostenuta dalle esportazioni di prodotti per l’ottimizzazione dell’energia, utilizzati in aree quali riscaldamento, raffreddamento e trattamento delle acque. Lo stesso vale per i produttori di macchinari utilizzati per l’automazione nei processi di fabbricazione. Tuttavia, alcuni dei principali segmenti hanno registrato un andamento piatto, con un impatto negativo sui margini di profitto delle imprese.
  • L’industria delle turbine eoliche e i suoi sotto-settori svolgono un ruolo importante nel comparto danese dei macchinari. Dal punto di vista globale, le prospettive di crescita a lungo termine per quanto riguarda l’energia eolica si mantengono positive; tuttavia, le dinamiche sono cambiate a causa del calo dei prezzi di vendita dell’elettricità generata dall’energia eolica. Ciò ha fatto aumentare la pressione sui margini dei produttori e fornitori del settore eolico lungo l’intera catena del valore, e sembra molto probabile un ulteriore consolidamento in questo segmento. Nei prossimi anni si prevedono maggiori difficoltà in termini di liquidità o persino un aumento dei casi di fallimento per quanto riguarda i fornitori.
  • Le imprese di macchinari che dipendono dal settore del petrolio/gas hanno registrato una performance piuttosto deludente nel 2016 e 2017 poiché gli sviluppatori non hanno aumentato la domanda in modo significativo. Una reale ripresa in questo segmento richiederebbe un ulteriore aumento dei prezzi del petrolio/gas.
  • I produttori di macchinari destinati all’agricoltura hanno risentito della riduzione degli investimenti nel settore agricolo europeo; inoltre, l’estate secca di quest’anno potrebbe avere un ulteriore effetto negativo sulla solidità finanziaria degli agricoltori. Va detto però che molti produttori di macchinari agricoli orientati all’export hanno saputo diversificare, aumentando la loro quota di vendite sui mercati esteri.
  • I pagamenti nel settore danese dei macchinari richiedono in media 90 giorni o persino 125 giorni nel segmento delle turbine eoliche. Negli ultimi due anni il comportamento di pagamento del settore si è mantenuto buono. Tuttavia, il numero di ritardi, insolvenze e fallimenti dovrebbe aumentare nei prossimi mesi e nel 2019, soprattutto nei segmenti delle turbine eoliche e dei macchinari destinati al petrolio/gas.
  • Al momento, i casi d’insolvenza nel settore dei macchinari coinvolgono soprattutto le imprese minori, eccessivamente dipendenti da pochi grandi clienti e con costi di produzione elevati e scarsa liquidità a causa delle difficoltà di accesso al finanziamento bancario. Monitoriamo quindi con particolare attenzione le imprese più piccole. Il nostro approccio assicurativo è generalmente neutro nei confronti del settore nel suo complesso, ma più  restrittivo nel caso delle imprese che operano nei sotto-settori in difficoltà.

 

Documenti collegati