Market Monitor ICT Taiwan 2019

Market Monitor

  • Taiwan
  • ICT

18 giugno 2019

La recente escalation della controversia commerciale sino-americana e le restrizioni statunitensi sui fornitori di Huawei influenzeranno sicuramente alcune imprese TIC taiwanesi.

Market Monitor ICT Taiwan 2019
  • L’andamento della domanda nel settore dell’ICT di Taiwan dovrebbe confermarsi positivo nel 2019, con una crescita del valore aggiunto di oltre il 3,5%. I margini di profitto delle imprese del settore hanno registrato un miglioramento negli ultimi 12 mesi e dovrebbero aumentare ulteriormente nella seconda metà dell'anno.
  • Le vendite sono sostenute da 5G, server, intelligenza artificiale e applicazioni cloud. Taiwan punta a diventare un pioniere a livello internazionale nell’utilizzo commerciale del 5G, la cui implementazione è prevista nel 2020.
  • La recente escalation delle dispute commerciali tra Cina e USA, e soprattutto le restrizioni statunitensi sui fornitori del colosso tecnologico cinese Huawei, avranno delle forti conseguenze su alcune imprese del settore ICT di Taiwan. Al momento, l’impatto su vendite e redditività sembra essere limitato, mentre le conseguenze a medio/lungo termine sono difficili da prevedere. Un eventuale rallentamento economico della Cina continentale causato dalle controversie commerciali determinerebbe sicuramente una contrazione della domanda dell’export di Taiwan verso la Cina ed altri paesi dell’Asia.
  • Il livello di concorrenza non è eccessivamente elevato, fatta eccezione per il segmento dei grossisti e rivenditori poiché i consumatori sono sensibili al prezzo. I requisiti di finanziamento sono elevati e le banche sono generalmente inclini a concedere prestiti al settore dell’ICT.
  • I pagamenti nel settore dell’ICT richiedono in media tra i 30 e i 60 giorni. Negli ultimi due anni il comportamento di pagamento si è mantenuto buono, con un basso livello di ritardi. Il livello d’insolvenze nel settore dell’ICT è nella media e dovrebbe mantenersi stabile nel 2019.
  • Al momento, il nostro approccio assicurativo nei confronti di questo settore si conferma generalmente aperto alla luce della crescita stabile, della buona esperienza di pagamento e del fatto che il mercato è dominato da grandi imprese ben consolidate. Tuttavia, adottiamo maggiore prudenza per quanto riguarda il segmento dei grossisti e rivenditori poiché maggiormente esposto alle oscillazioni della domanda e dei prezzi, mentre l’indebitamento esterno delle imprese è superiore rispetto a quello degli altri sotto-settori. Continuiamo a monitorare con attenzione l’impatto delle attuali dispute commerciali tra Cina e USA e la questione Huawei.

Documenti collegati