Rapporto Paese Paesi Bassi 2017

Rapporto Paese

  • Paesi Bassi
  • Agricoltura ,
  • Trasporti,

16 maggio 2017

Si prevede che la crescita economica solida continuerà nel 2017 e nel 2018, ma la Brexit probabilmente influirà sulle industrie olandesi nel medio periodo.

 

Paesi Bassi Indicatori Principali
Paesi Bassi Previsioni settori

Situazione delle insolvenze

Atteso un rallentamento delle insolvenze societarie per il 2017

Il rallentamento economico del 2012 e del 2013 ha innescato un drastico aumento del numero di società insolventi. Complice la ripresa economica, dal 2014 in poi si è tornati a registrare un ribasso dei fallimenti societari, scesi del 18,9% a quota 5952 casi nel 2016 (incluse le imprese individuali). Questa tendenza positiva sembra destinata a protrarsi anche nel 2017.

 

Paesi Bassi Insolvenze

Situazione economica

Crescita sostenuta anche nel biennio 2017-2018

 

Paesi Bassi Crescita PIL

L'economia olandese ha acquisito nuovo slancio nel 2015 e nel 2016: un'accelerazione, questa, che dovrebbe protrarsi anche nel 2017 e nel 2018 con una crescita nell'ordine del 2% su base annua. Secondo le stime, tutte le categorie di spesa dovrebbero contribuire all'espansione economica. I consumi privati traggono giovamento dal calo della disoccupazione (interessata da una sensibile riduzione nell'arco degli ultimi tre anni), dall'aumento del reddito disponibile e da un rialzo dei prezzi degli immobili del 15% in corso dal 2013. Allo stesso tempo, nel 2017 l'inflazione salirà dell'1,6%, complice il rincaro dei prezzi dell'energia. Le
esportazioni olandesi continuano a beneficiare di una maggiore domanda globale e del deprezzamento dell'euro. Grazie alle misure di austerità del passato e all'attuale crescita economica, il deficit di bilancio dovrebbe rimanere contenuto o persino tornare in attivo nel biennio 2017-2018.

 

Paesi Export Beni e Servizi

Molto probabilmente, a causa degli stretti legami commerciali e di investimento tra Paesi Bassi e Regno Unito, la decisione sulla Brexit si ripercuoterà sulle imprese olandesi a medio termine. I settori più colpiti saranno chimica, elettronica, metallurgia e il comparto alimentare.