Market Monitor Macchinari Regno Unito 2018

Market Monitor

  • Regno Unito
  • Meccanica

13 novembre 2018

Nel 2019 si prevede un modesto aumento delle insolvenze, con le attività principalmente legate all'esplorazione di petrolio e gas, ai mercati delle costruzioni e agricoli.

  • I pagamenti richiedono in media 90 giorni
  • Moderato aumento dei casi d’insolvenza previsto per il 2019
  • Le reali implicazioni della Brexit restano ancora da vedere

Market Monitor Macchine Regno Unito 2018 - Panoramica

Il settore britannico dei macchinari/ingegneria ha registrato una performance soddisfacente nel 2017 e nei primi mesi di quest’anno grazie soprattutto alla domanda interna. Per far fronte al maggior flusso di ordini, le imprese del settore hanno ampliato le loro capacità, favorendo un aumento della spesa in conto capitale. Le imprese britanniche di macchinari orientate all’export hanno beneficiato della debolezza della Sterlina a seguito del referendum sulla Brexit del giugno del 2016 e stanno registrando un aumento della domanda e delle attività. Allo stesso tempo, la pressione sui prezzi si è mantenuta elevata a causa dell’aumento dei costi per l’importazione di materie prime.

Market Monitor Macchine Regno Unito 2018 - PIL

Tuttavia, la crescita economica del Regno Unito ha iniziato a rallentare nella prima metà del 2018 poiché  l’incertezza legata alla Brexit continua a pesare sugli investimenti delle imprese; inoltre, la politica fiscale più restrittiva e l’aumento dei tassi d’interesse contribuiranno a frenare la crescita. Si prevede che la maggior parte delle imprese britanniche di macchinari, i cui ricavi sono generati principalmente sul mercato interno, risentirà del previsto rallentamento economico del Regno Unito e della contrazione degli investimenti nel 2019. La crescita del valore aggiunto del settore dovrebbe registrare un rallentamento dello 0,7% nel 2019.

Per quanto riguarda il segmento dei macchinari destinati alla produzione, l’impatto della Brexit dovrebbe essere piuttosto limitato. Il mercato interno è ragionevolmente stabile e non ci aspettiamo variazioni significative nei prossimi 12-18 mesi. Le imprese di macchinari destinati all’edilizia continuano a beneficiare della performance stabile dell’industria delle costruzioni, grazie anche all’andamento favorevole dei mercati delle ristrutturazioni e delle manutenzioni. Tuttavia, il calo della fiducia delle imprese e la contrazione degli investimenti potrebbero avere delle ripercussioni sul settore edile, mentre il crollo del colosso delle costruzioni Carillion all’inizio di quest’anno si è già tradotto in un aumento di fallimenti nel settore.

Molte imprese di macchinari dipendenti dall’industria del petrolio/gas hanno registrato delle perdite nel 2016 e 2017 e hanno quindi ristrutturato o ridimensionato le loro attività per rispondere al momento di crisi e compensare gli investimenti. Tuttavia, con la ripresa dei prezzi del petrolio gli investimenti in macchinari sono tornati a crescere, benché ad un ritmo contenuto, con un impatto positivo sull’intera catena del valore. La scelta di una “soft” o di una “hard” Brexit determinerà le conseguenze sul settore agroalimentare e, quindi, sul segmento dei macchinari per l’agricoltura (al momento il settore agricolo beneficia di forti sovvenzioni da parte dell’UE).

Market Monitor Macchine Regno Unito 2018 - SETTORI

Inoltre, la redditività delle singole imprese di macchinari dipende in modo significativo dalla loro  competenza ingegneristica, efficienza produttiva e accesso al finanziamento, oltre che dall’attività e performance dei mercati di riferimento, quali retail, agroalimentare, edilizia, esplorazione di petrolio/gas e produzione di energia elettrica. Nel complesso, i margini di profitto si sono mantenuti piuttosto stabili nella prima metà di quest’anno; tuttavia, in linea con le prospettive di crescita più contenute del settore, ci aspettiamo una contrazione dei margini di profitto delle imprese di macchinari nei prossimi 12 mesi. Detto questo, l’accesso al finanziamento è essenziale in questo settore ad alta intensità di capitale e la concessione di prestiti bancari e l’accesso al mercato dei capitali non hanno finora rappresentato un problema per la maggior parte delle imprese di macchinari.

I pagamenti nel settore britannico dei macchinari richiedono in media 90 giorni. La nostra esperienza in materia di pagamenti è stata soddisfacente negli ultimi due anni e non ci aspettiamo un aumento significativo dei casi di mancato pagamento nei prossimi mesi. Tuttavia, alla luce del fatto che i casi d’insolvenza a carico delle imprese britanniche dovrebbero crescere del 3% nel 2019, ci aspettiamo che il settore dei macchinari segua lo stesso andamento, soprattutto per quanto riguarda le imprese di macchinari destinati all’esplorazione di petrolio/gas, all’edilizia e all’agricoltura.

Al momento, il nostro approccio assicurativo nei confronti del settore dei macchinari si conferma generalmente aperto o neutro. Data la molteplicità di differenti operatori che producono una vasta gamma di prodotti per diversi settori di riferimento, in linea generale valutiamo la concessione di copertura caso per caso.

Market Monitor Macchine Regno Unito 2018 - SWOT

Monitoriamo con attenzione i negoziati in corso per la Brexit e le conseguenze per l’economia del Regno Unito poiché il settore dei macchinari è fortemente dipendente dal mercato interno. Anche se le reali implicazioni della Brexit  restano ancora da vedere, l’aggravarsi dell’incertezza economica unita al calo degli investimenti in conto capitale e le maggiori difficoltà di accesso ai finanziamenti potrebbero avere un impatto significativo su questo settore. Nel caso dei segmenti maggiormente colpiti dalla Brexit (come i macchinari destinati all’industria agroalimentare) richiediamo maggiori informazioni e discutiamo con gli acquirenti i loro piani in risposta all’uscita dall’Unione Europea nel 2019.

 

Documenti collegati