Market Monitor Macchinari Danimarca 2017

Market Monitor

  • Danimarca
  • Meccanica

31 ottobre 2017

I principali fattori di successo delle imprese di macchine danesi rimangono la loro capacità di semplificare i costi e gli investimenti nello sviluppo del prodotto / nella nuova tecnologia.

  • Il settore danese dei macchinari/ingegneria meccanica è fortemente orientato all'export e ha registrato una buona performance negli ultimi 2/3 anni. I margini di profitto nel settore sono cresciuti per circa il 60% delle imprese negli ultimi 12 mesi e dovrebbero continuare ad aumentare nel 2017 e 2018 in linea con la crescita del valore aggiunto del settore (+1%-2% nel biennio 2017/2018). La crescita è sostenuta dalle esportazioni di prodotti per l'ottimizzazione dell’energia, utilizzati in aree quali riscaldamento, raffreddamento e trattamento delle acque. Lo stesso vale per i fornitori del settore eolico, in crescita a livello mondiale, e per i produttori di macchinari per l'automazione nei processi di fabbricazione.
  • Detto questo, alcuni segmenti del settore dei macchinari sono ancora in difficoltà, ad esempio le imprese dipendenti dall'industria offshore di petrolio e gas, che hanno registrato una performance deludente nel 2016. Tuttavia, vi sono dei segnali di ripresa, poiché la stabilizzazione dei prezzi del petrolio e dei metalli dovrebbe favorire l'aumento della domanda di macchinari.
  • Le prospettive per i produttori di macchinari destinati all'agricoltura restano ancora modeste a causa della riduzione  degli investimenti nel settore agricolo europeo. Tuttavia, il recente miglioramento dell’andamento dei prezzi di latte, cereali e carne induce a un certo ottimismo, e anche le condizioni di finanziamento per gli agricoltori danesi sembrano cambiare.
  • I pagamenti nel settore danese dei macchinari richiedono in media 90 giorni. La nostra esperienza di pagamento è stata buona negli ultimi due anni e il numero di mancati pagamenti, fallimenti e insolvenze dovrebbe confermarsi stabile nel 2017 e 2018. Non si può tuttavia escludere un lieve aumento dei casi di fallimento, considerato che la nuova legislazione UE consente processi di ristrutturazione più rapidi per le imprese in difficoltà. I casi d’insolvenza nel settore dei macchinari hanno coinvolto soprattutto le imprese minori, eccessivamente dipendenti da pochi grandi clienti, con costi di produzione elevati e scarsa liquidità a causa delle difficoltà di accesso al finanziamento bancario. Monitoriamo quindi con particolare attenzione le imprese minori, mentre adottiamo un approccio assicurativo generalmente aperto o neutro nei confronti del settore nel suo complesso.

Documenti collegati