Market Monitor ICT India 2018

Market Monitor

  • India
  • ICT

12 giugno 2018

Nonostante i robusti tassi di crescita, la pressione sui prezzi e le importazioni a basso costo ci sono sfide chiave nel mercato nazionale delle TLC, in particolare per i piccoli distributori IT.

Market Monitor ICT India 2018 - PIL
Market Monitor ICT India 2018 - Settori

  • L’industria dell’IT e dei servizi ITES (IT-Enabled Services) è stata una dei motori di crescita economica dell’India, contribuendo a circa l’8% del PIL indiano nel 2017. La quota del settore IT sull’export totale del paese rappresenta oltre il 45%.
  • Nel 2018 il settore ICT dovrebbe crescere del 9,5%. A livello mondiale, il mercato indiano dell’ICT continua a registrare i tassi di crescita più elevati. I principali fattori di crescita sono il miglioramento degli indicatori economici, l’aumento del reddito disponibile, la penetrazione nei mercati rurali, le città di 2° e 3° fascia, il marketing online e digitale, il boom dell’e-commerce e gli investimenti nel settore da parte del Governo.
  • Tuttavia, nonostante i solidi tassi di crescita, il settore continua ad essere caratterizzato da forte concorrenza e importazioni a basso costo, che determinano pressioni sui prezzi soprattutto nel caso dei rivenditori e distributori più piccoli che operano con margini di profitto molto bassi.
  • I pagamenti nel settore indiano dell’ICT richiedono in media 90-120 giorni. L’introduzione di un’imposta sui beni e servizi (GST) nel luglio dello scorso anno ha inizialmente generato una certa ambiguità a livello di struttura fiscale e ha causato ritardi nelle vendite e nel processo di fatturazione. Tuttavia, nonostante le sfide di natura amministrativa che hanno determinato temporanei problemi di liquidità, nel 2017 il numero di notifiche di mancato pagamento e di richieste di risarcimento nel segmento dei distributori IT è stato più basso rispetto al 2016. Nel 2018 non ci aspettiamo un aumento significativo di ritardi e insolvenze.
  • Il nostro approccio assicurativo si conferma generalmente aperto nei confronti del segmento di produzione e servizi che conta molte grandi società (di cui la maggior parte quotate in Borsa) con una solida situazione finanziaria e prospettive favorevoli (l’India è una delle principali destinazioni di outsourcing e rappresenta circa il 55% delle attività globali di esternalizzazione di servizi).
  • Il nostro approccio assicurativo è neutro nei confronti del segmento delle telecomunicazioni. Anche se il tasso di penetrazione dei telefoni cellulari e dell’utilizzo di internet sta aumentando, la concorrenza è forte, i prezzi sono sotto pressione e manca una reale differenziazione tra i prodotti.
  • Adottiamo un approccio assicurativo neutro anche nei confronti del segmento dei distributori e rivenditori a causa della presenza di molte piccole imprese (di cui la maggior parte è rappresentata da imprese di proprietà o in partnership), della forte concorrenza e della pressione sui prezzi. Molti operatori mostrano un profilo di rischio finanziario moderato, con scarsa liquidità, margini di profitto bassi e valore aggiunto limitato.

 

 

 

Documenti collegati