Market Monitor ICT Germania 2018

Market Monitor

  • Germania
  • ICT

12 giugno 2018

Nonostante la continua crescita delle vendite, la maggior parte delle aziende ICT tedesche operano su margini molto ristretti a causa della forte concorrenza e dell'erosione dei prezzi nella maggior p

  • Forte concorrenza e pressione sui prezzi
  • I pagamenti richiedono in media 30-60 giorni
  • Aumentano i casi d’insolvenza e frode nel settore

Market Monitor ICT Germania 2018 - Panoramica

Il settore ICT svolge un ruolo fondamentale nell’economia tedesca, impiega oltre un milione di persone e ha contribuito a creare oltre 150.000 nuovi posti di lavoro negli ultimi cinque anni. Benché dominato da pochi grandi gruppi, il mercato tedesco dell’ICT è caratterizzato da un numero elevato di medie imprese. Secondo l’Associazione federale tedesca BITKOM, le vendite totali del settore ICT sono cresciute del 2,2% nel 2017, portandosi a 151,8 miliardi di Euro. Questo andamento dovrebbe proseguire anche nel 2018, con un tasso di crescita previsto dell’1,9%.

Market Monitor ICT Germania 2018 - PIL

Il fatturato del segmento delle telecomunicazioni farà registrare soltanto un lieve rialzo quest’anno (+0,4%) dopo un andamento stabile registrato nel 2017, mentre le vendite del segmento IT (hardware, software e servizi) dovrebbero  crescere del 3,1%. All’interno di questo segmento, le vendite di software (+6,3%) continueranno a rappresentare il principale fattore di crescita. Nonostante il buon andamento delle vendite, la maggior parte delle imprese continua ad operare con margini di profitto molto bassi a causa della forte concorrenza in tutti i sotto-settori, mentre la solidità patrimoniale è al di sotto della media. La forte concorrenza, unita all’erosione dei prezzi, sta favorendo un processo di consolidamento. A meno che non si tratti di aziende solide con prodotti di nicchia, le imprese più piccole continueranno a soccombere nella lotta sul mercato.

Market Monitor ICT Germania 2018 - SWOT

I pagamenti nel comparto ICT richiedono in media tra i 30 e i 60 giorni. A causa delle difficili condizioni di mercato (ad esempio, le guerre sui prezzi), prevediamo che i casi di ritardo e insolvenza registreranno un lieve aumento nel 2018 (lo scorso anno il numero di fallimenti nel settore ICT è cresciuto dell’1,5%). Il settore è quindi in controtendenza rispetto all’andamento generale che nel 2017 ha registrato una riduzione del 6,6% dei casi d’insolvenza da parte delle imprese tedesche e un’ulteriore flessione di circa il 6% prevista per quest’anno.

Alla luce della rapida evoluzione della tecnologia e dei margini di profitto bassi, il segmento della vendita all’ingrosso e al dettaglio di apparecchiature elettroniche è fortemente a rischio di frode. Molte imprese del settore ICT, tra cui i distributori di tablet e telefoni cellulari, sono state coinvolte (talvolta involontariamente) in casi di frodi intracomunitarie (le cosiddette “frodi dell’operatore inadempiente”), ossia lo sfruttamento delle norme IVA che stabiliscono che le operazioni transfrontaliere tra Stati membri dell’UE sono esenti da IVA. Prestiamo particolare attenzione a questo problema in quanto anche un’impresa ignara che si trovi coinvolta in questo tipo di frode può essere soggetta a passività significative che possono determinare problemi di liquidità e “congelamento” dei conti da parte delle autorità fiscali, oltre a rischiare una contrazione delle vendite a causa dell’effetto negativo prodotto sul consumatore.

Market Monitor ICT Germania 2018 - Settori

In linea generale, il nostro approccio assicurativo nei confronti del settore ICT oscilla tra neutro e prudente alla luce dei problemi citati e del fatto che le richieste di risarcimento hanno registrato un aumento negli ultimi due mesi. Trattandosi di un’industria altamente dinamica e innovativa, soggetta a erosione dei prezzi e forte concorrenza, richiediamo informazioni molto  dettagliate (ad esempio, dati intermedi, bilanci di cassa, panoramica delle linee di credito ecc...) a tutte le imprese a cui offriamo copertura.

 

 

 

 

Documenti collegati