Market Monitor Automotive Svezia 2018

Market Monitor

  • Svezia
  • Trasporti

04 settembre 2018

I margini di profitto sono piuttosto alti nel settore, con la maggior parte delle imprese abbastanza resilienti per far fronte a una minore volatilità della domanda o dei prezzi delle materie prime.

Svezia 2018 Automotive

 

  • Il segmento dei produttori automobilistici svedesi è dominato da Volvo Cars per quanto riguarda le autovetture e da Volvo AB e Scania AB per il segmento dei veicoli pesanti. Queste imprese sono principalmente orientate all’export (la quota esportata è pari ad oltre l’85%) e influiscono direttamente sulla performance dei fornitori svedesi più piccoli.
  • Secondo l’Organizzazione internazionale dei costruttori di veicoli a motore (OICA), lo scorso anno la produzione automobilistica della Svezia ha registrato un incremento del 10,2%, portandosi a circa 226.000 unità. Il PIL svedese dovrebbe crescere del 2,8% quest’anno, dopo l’aumento del 2,7% nel 2017, e ciò sosterrà le vendite di veicoli sul mercato interno.
  • I margini di profitto nel settore automobilistico sono piuttosto elevati e dovrebbero mantenersi stabili quest’anno. La maggior parte delle imprese dovrebbe disporre di sufficiente elasticità dal punto di vista finanziario per rispondere all’eventuale oscillazione della domanda o dei prezzi delle materie prime. I tassi d’interesse bassi (il tasso di riferimento della Svezia resta a -0,5%) facilitano il servizio del debito da parte delle imprese e le banche sono inclini a concedere prestiti.
  • I pagamenti nel settore automobilistico variano lungo la catena del valore e oscillano tra 30 e 90 giorni. Il livello di ritardi e insolvenze è basso e dovrebbe mantenersi invariato anche nei prossimi mesi.
  • Il nostro approccio assicurativo si conferma generalmente aperto nei confronti di tutti i sotto-settori. A causa della forte dipendenza dall’export, il settore automobilistico è esposto ai rischi di cambio poiché la maggior parte dei costi sostenuti sono espressi in Corone svedesi. Valutiamo quindi se le imprese abbiano adottato misure adeguate di protezione dal rischio di cambio.

 

Documenti collegati