Market Monitor Automotive Polonia 2018

Market Monitor

  • Polonia
  • Trasporti

04 settembre 2018

A causa dell'alta dipendenza delle esportazioni, qualsiasi imposizione di tariffe di importazione da parte degli Stati Uniti avrebbe un impatto negativo sul settore.

Polonia 2018 Automotive
  • L’andamento della domanda interna è positivo grazie alla crescita economica ed al miglioramento della fiducia dei consumatori. Nel 2017 il numero di vetture immatricolate è cresciuto del 6% rispetto all’anno precedente; inoltre, tra gennaio e maggio di quest’anno le nuove immatricolazioni sono aumentate del 10% per quanto riguarda le autovetture e dell’8% nel caso dei veicoli commerciali leggeri. Il mercato delle vetture usate dipende dalle importazioni, che hanno, quindi, un impatto negativo sulle vendite di nuove vetture in Polonia; tuttavia, allo stesso tempo la produzione è fortemente orientata all’export (nel 2017 il settore ha rappresentato oltre il 16% delle esportazioni totali della Polonia).
  • La concorrenza è agguerrita e favorisce le guerre sui prezzi e la tendenza al consolidamento del settore, particolarmente evidente nei segmenti dei concessionari e della distribuzione di autoricambi. I margini di profitto nel settore automobilistico hanno registrato una flessione a partire dal 2015 a causa delle pressioni sui salari e dell’aumento dei prezzi delle materie prime. La contrazione dei margini di profitto dovrebbe proseguire nei prossimi mesi a causa della concorrenza crescente e le pressioni verso il consolidamento (soprattutto nel caso dei distributori di pneumatici e autoricambi) oltre che a causa dell’aumento dei costi per Ricerca e Sviluppo necessari per i veicoli elettrici. Per poter sostenere i loro margini di profitto, le imprese devono implementare soluzioni efficienti in termini di logistica e IT e una gestione adeguata degli stock.
  • I pagamenti nel settore automobilistico richiedono in media 80 giorni. Il comportamento di pagamento si è mantenuto buono negli ultimi due anni e non ci aspettiamo un aumento significativo dei casi di mancato pagamento nel 2018. Tuttavia, i casi di ritardo e mancato pagamento stanno aumentando nel segmento dei pneumatici (a causa della diminuzione delle vendite nel 2017 e dei livelli più elevati di stock) e da parte degli acquirenti nel settore dei trasporti. La riduzione delle esportazioni verso la Germania (contrazione della domanda di motori diesel) e i problemi nel segmento della distribuzione di pneumatici comporteranno un probabile aumento dei casi d’insolvenza nei prossimi mesi.
  • Il nostro approccio assicurativo nei confronti di questo settore è generalmente neutro. Benché la domanda interna continui a crescere, siamo consapevoli dei rischi legati alle modifiche dei processi di produzione (ossia norme più rigide in termini di emissioni e flessione della domanda di vetture diesel). Pertanto, prestiamo sempre più attenzione alla propensione all’innovazione di produttori e fornitori (vetture elettriche/ ibride) e adottiamo maggiore prudenza nei confronti degli operatori eccessivamente dipendenti dai veicoli diesel. Il nostro approccio è particolarmente prudente per quanto riguarda le piccole imprese di 2° livello a causa della forte concorrenza in questo segmento e il loro basso potere contrattuale. Tenuto conto dell’elevata dipendenza dalle esportazioni, l’eventuale imposizione di dazi da parte degli Stati Uniti avrebbe un impatto negativo sul settore automobilistico polacco, soprattutto per quanto riguarda le imprese di 1° livello.

Documenti collegati