Market Monitor - Siderurgia - India

Market Monitor

  • India
  • Acciaio

06 ottobre 2016

Benefici da una crescita della domanda di acciaio interna saranno compensati dai limiti nella crescita dei prezzi a causa di: sovraccapacità globale di acciaio e importazioni a basso costo.

  • La solida crescita sostiene il consumo interno di acciaio
  • Misure del Governo per contenere le importazioni di acciaio
  • I pagamenti richiedono in media 60-90 giorni

 

INDIA: Settore Siderurgia / Panoramica

Secondo il Joint Plant Committee (un’unità istituita dal Ministero dell’Acciaio indiano), la produzione di acciaio dell’India nell’esercizio fiscale 2015-2016 (in India l’anno finanziario inizia il 1° aprile e termina il 31 marzo) è aumentata dell’1,9% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 90 milioni di tonnellate. Il consumo di acciaio è cresciuto del 4,5% (80 milioni di tonnellate) sulla spinta della domanda da parte del settore automobilistico e dell’edilizia stradale, oltre che per l’aumento della spesa nel settore pubblico.

Le importazioni di acciaio sono aumentate del 25,7%, mentre le esportazioni sono diminuite del 27,1%. Le importazioni di prodotti finiti hanno rappresentato il 15% del consumo interno di acciaio, contro la media del 10% degli ultimi cinque anni. Come nel 2014, l’India è stata un importatore netto di acciaio finito.

Allo scopo di contenere la crescita delle importazioni e proteggere i produttori locali, il Governo indiano ha varato alcuni provvedimenti nel 2015e all’inizio del 2016, tra cui l’aumento dei dazi doganali sulle importazioni di acciaio (dal 5% al 12,5%) e la fissazione di  un Prezzo Minimo d’Importazione (MIP) dell’acciaio (compreso tra 341 e 752 Dollari per  tonnellata) a partire da febbraio di quest’anno, oltre ad aver istituito l’obbligo di conformità delle importazioni di acciaio al sistema di certificazione “BIS” (Bureau of Indian Standards). 

Ciò ha comportato una flessione delle importazioni di acciaio del 29% nel periodo aprile- maggio 2016. I provvedimenti per il contenimento delle importazioni di acciaio a basso  costo sono stati accolti con entusiasmo dalle imprese siderurgiche indiane, che avevano dovuto confrontarsi con la flessione delle vendite, la riduzione dei profitti e, in alcuni casi,  con perdite ed erosione del patrimonio netto. Grazie alla diminuzione delle importazioni e  alla ripresa dei prezzi di vendita, i produttori siderurgici indiani dovrebbero veder  aumentare i loro volumi di vendita.

India: Settore Siderurgia/PIL

La domanda interna di acciaio dovrebbe crescere del 6,3%-6,5% nell’anno fiscale 2016-2017 grazie all’aumento del consumo da parte di alcuni mercati di riferimento, quali l’edilizia, i beni strumentali e i beni durevoli di consumo. L’attenzione del Governo nei confronti della crescita infrastrutturale attraverso iniziative quali il programma di edilizia sociale “Housing for All”, lo sviluppo di 100 città “smart” (Smart Cities Mission) e il lancio del National Infrastructure Investment Fund (fondo nazionale per gli investimenti infrastrutturali) dovrebbe sostenere la domanda del settore edile, mentre il contesto  inflazionistico positivo, unito ai tassi d’interesse più bassi, sosterrà la domanda di beni  strumentali e di beni durevoli di consumo.

Tuttavia, persistono alcune difficoltà poiché la crescita della domanda interna sarà frenata dai limiti sui prezzi di vendita causati dall’eccesso di capacità produttiva a livello globale e alle importazioni a basso costo. Inoltre, la percentuale di progetti in sospeso nell’industria siderurgica hanno registrato un continuo aumento a partire da giugno 2015 e ha toccato il 12% a marzo di quest’anno, principalmente a causa del settore privato, dove oltre il 20% degli investimenti sono stagnanti. Di conseguenza, il numero di prestiti erogati del settore siderurgico ha subito un aumento: il comparto ha una delle quote più elevate di attivi non performanti a livello nazionale e le banche continuano quindi ad essere riluttanti nel concedere prestiti al settore. L’accesso al finanziamento esterno a condizioni competitive si conferma una delle principali sfide per molte imprese siderurgiche.

I pagamenti nel settore siderurgico indiano richiedono in media 60-90 giorni, un dato invariato rispetto allo scorso anno; abbiamo tuttavia notato casi in cui i termini di pagamento sono stati estesi fino a 180 giorni. Abbiamo ricevuto un numero esiguo di richieste di risarcimento nel corso degli ultimi 3 anni e, sulla base della nostra esperienza, non prevediamo di dover modificare il nostro approccio assicurativo nel breve termine poiché non ci aspettiamo un aumento significativo d’insolvenze o di ritardi nei pagamenti.

Manteniamo comunque una certa prudenza nei confronti di questo settore, in particolare per quanto riguarda i commercianti/grossisti di acciaio. Valutiamo le richieste di limiti di  credito in questo settore richiedendo di poter esaminare i dati finanziari più recenti e, soprattutto, analizzando la cronologia delle attività di trading con gli acquirenti così da monitorare eventuali variazioni nel loro comportamento di pagamento. Valutiamo inoltre la solidità del rapporto cliente-acquirente.

In India, l’utilizzo di titoli di credito (sotto forma di garanzie nei confronti dei fornitori) è piuttosto insolito e preferiamo quindi, se del caso, ridurre la nostra copertura. Laddove sia necessario adottare maggiore prudenza, illustriamo le nostre perplessità al cliente sollecitando, eventualmente, ulteriori informazioni. Di norma, sconsigliamo ai nostri clienti di estendere i normali termini di pagamento.

India: Settore Siderurgia / SWOT