Market Monitor - ICT - Francia

Market Monitor

  • Francia
  • ICT

30 giugno 2016

Nonostante la crescita complessiva, molte aziende ICT francesi devono affrontare margini strutturalmente bassi, pressione sui prezzi e un continuo processo di consolidamento nel mercato.

  • Ulteriore crescita, ma i margini di profitto sono ancora sotto pressione
  • I grossisti stanno aumentando la loro presenza nel segmento dei servizi IT
  • Basso livello d’insolvenze, ma non si possono escludere fallimenti improvvisi

 

Francia: Settore ICT / Panoramica

 

Dopo la forte flessione registrata nel 2009, il settore francese dell’ICT sta beneficiando di una continua ripresa. Secondo l’Istituto di ricerca francese Xerfi, le vendite nel segmento IT (computer, tablet e smartphone) sono salite a 30,9 milioni di unità nel 2015 (2014: 29,1 milioni di unità) e dovrebbero raggiungere 32,4 milioni di unità nel 2016 (+4,9%).

Tuttavia, all’interno di questo segmento le vendite di computer e smartphone hanno continuato ad aumentare lo scorso anno, mentre le vendite di tablet hanno fatto registrare una riduzione dell’11,3% causata soprattutto dalla saturazione del mercato e dalla concorrenza da parte di laptop e dispositivi ibridi.

Il segmento francese dei servizi IT (consulenza, software e servizi) è aumentato del 2,1% nel 2015, attestandosi a 50,5 miliardi di Euro, e dovrebbe far registrare quest’anno un  incremento del 2,3%. Si stima che i servizi IT saranno il motore principale della crescita del mercato ICT in futuro: fattori quali l’accelerazione della crescita del mercato, l’espansione del cloud computing e l’esigenza di maggiore mobilità, oggi un must-have per molte imprese francesi, contribuiranno a sostenere la domanda di server e consulenza IT. Le tecnologie SMAC (Social, Mobile, Analytics and Cloud) e SaaS (Software as a Service) dovrebbero registrare un’ulteriore solida crescita anche quest’anno.

Nonostante la crescita globale, molte imprese francesi del settore ICT devono confrontarsi con margini di profitto strutturalmente bassi e con un indice d’indipendenza finanziaria che spesso non supera il 15%. Rispetto ai concorrenti internazionali, le imprese
francesi hanno, di norma, margini operativi più bassi in quanto dipendenti dal mercato interno, mentre gli operatori stranieri hanno una presenza maggiore in mercati più dinamici.

Francia: Settore ICT / PIL

 

Il settore francese dell’ICT è caratterizzato da forte concorrenza, mentre i prezzi si sono mantenuti sostanzialmente stabili dal 2005 (in conseguenza di contratti a prezzo bloccato). A causa del contesto altamente competitivo, la pressione sui prezzi e l’attuale processo di concentrazione del mercato, molti piccoli operatori di questo settore si mostrano sono in difficoltà a causa della concentrazione potenzialmente unilaterale del loro portafoglio-clienti e del limitato valore aggiunto.

Molti grossisti di hardware stanno modificando la propria attività, dalla semplice vendita di hardware all’offerta di prodotti ad alto valore aggiunto e di servizi IT allo scopo di aumentare la loro redditività, trattandosi di segmenti che assicurano maggiori ricavi e margini di profitto. Nonostante i margini limitati e la debolezza finanziaria, le imprese francesi dell’ICT possono contare su una certa elasticità grazie alla flessibilità delle strutture dei costi.

Prevediamo che il numero di ritardi di pagamento si manterrà generalmente basso e stabile nei prossimi mesi alla luce del buon livello di riserve di cassa di molte imprese di questo settore. I casi d’insolvenza si sono ridotti del 9,5% nel periodo gennaio-settembre del 2015 e dovrebbero mantenersi bassi anche quest’anno.

Tuttavia, a causa delle difficili condizioni di mercato, non è possibile escludere fallimenti improvvisi, persino a carico degli operatori più grandi.

Il nostro approccio assicurativo nei confronti del segmento ICT si mantiene generalmente positivo, pur tenendo in considerazione l’alto livello di rischio soprattutto per quanto riguarda le imprese più piccole, la cui debolezza finanziaria potrebbe rendere difficile assorbire ulteriori contrazioni dei margini di profitto in un mercato altamente competitivo e che richiede ai grossisti l’offerta di servizi aggiuntivi.

Valutiamo la concessione di copertura alle imprese di questo settore prendendo in considerazione la ripartizione del fatturato tra hardware e servizi, nonché la tipologia di prodotti. Prestiamo inoltre attenzione alla struttura del cliente e dei fornitori e valutiamo il fabbisogno di capitale circolante e le modalità di finanziamento.

 

Francia: Settore ICT / SWOT