Market Monitor - Costruzioni - Paesi Bassi

Market Monitor

  • Paesi Bassi
  • Costruzioni

19 febbraio 2016

La ripresa del settore delle costruzioni olandese è proseguita nel 2015, ma resta unilaterale.

  • Una ripresa unilaterale
  • Margini ancora sotto pressione
  • Non è ancora iniziato un processo di concentrazione

 

Paesi Bassi: Settore Costruzioni

Dopo due anni in contrazione, il settore edile olandese ha registrato una ripresa nel 2014, con un incremento del fatturato dell’1,5%. La ripresa è proseguita anche nel 2015, in linea con la crescita economica del paese (+1,9% del PIL). I volumi di produzione dovrebbero aumentare del 3% nel 2015, un andamento che dovrebbe confermarsi anche quest’anno. I prezzi delle case sono tornati a crescere e il livello di fiducia di molte imprese del settore
sembra essere più positivo poiché molte prevedono un aumento di fatturato.

Tuttavia, la ripresa è partita da livelli molto bassi poiché nel 2014 i volumi del settore erano ancora inferiori del 20% rispetto al 2008. Il numero di edifici residenziali è diminuito di circa il 60% negli anni tra il 2009 e il 2014. Allo stesso tempo, la ripresa del mercato edile olandese sembra essere unilaterale: il segmento dell’edilizia residenziale è infatti in crescita, mentre il sotto-settore non residenziale, soprattutto per quanto riguarda le infrastrutture e gli edifici civili, deve ancora confrontarsi con la debolezza della domanda. La produzione dell’edilizia residenziale dovrebbe aver registrato un aumento del 6% nel 2015 e le previsioni indicano una crescita del 3% per il 2016.

Nei prossimi anni la domanda di nuove abitazioni dovrebbe essere strutturalmente più elevata rispetto al periodo di crisi. Il segmento delle infrastrutture ha parzialmente beneficiato delle migliori condizioni di mercato, ma è fortemente dipendente dal
governo, che ne è il committente principale, e risente quindi per i tagli alla spesa pubblica.

La concorrenza in questo segmento è molto forte. Inoltre, il settore degli edifici civili è ancora caratterizzato da un forte squilibrio tra domanda e offerta. Molte delle imprese attive in questo segmento stanno registrando una riduzione di fatturato e la contrazione dei margini di profitto. Un’eccezione positiva è rappresentata dall’aumento dei centri logistici di nuova costruzione e dai numerosi progetti di ristrutturazione e trasformazione.

 

Paesi Bassi: Settore Costruzioni

In media, il settore edile olandese dovrebbe registrare una crescita del 2% nei prossimi  anni, a condizione che prosegua la ripresa dell’economia. Grazie al miglioramento delle condizioni di mercato, nel 2015 si è ridotto il numero di notifiche di mancato pagamento e di richieste di risarcimento, una tendenza che dovrebbe proseguire anche nel 1° semestre del 2016. Tuttavia, la forte concorrenza fa sì che il settore edile olandese subisca ancora l’impatto negativo causato dalla guerra dei prezzi e dalla conseguente pressione sui margini di profitto.

Negli ultimi anni di crisi, molte imprese si sono indebolite avendo subito perdite e svalutazioni, con tassi di solvibilità e liquidità sempre sotto pressione. Inoltre, le banche continuano ad avere un atteggiamento piuttosto restrittivo nei confronti delle imprese di questo settore. La conseguenza è un’attenzione crescente sul flusso di cassa e capitale circolante nonché una gestione più restrittiva del credito. Anche se molte imprese edili olandesi hanno dichiarato fallimento nel corso degli ultimi due anni, il mercato risente ancora di un eccesso di capacità e non è stato avviato un processo di concentrazione.

Pur avendo leggermente aumentato la nostra propensione al rischio nei confronti delle imprese edili olandesi nel 2015, il nostro approccio assicurativo si mantiene prudente alla luce delle persistenti difficoltà del mercato. Il nostro approccio è supportato dal fatto che i casi d’insolvenza continuano a rappresentare un problema nonostante la generale tendenza al ribasso, come dimostra il recente fallimento del fornitore di servizi Royal Imtech N.V.

Valutiamo l’affidabilità creditizia di un acquirente richiedendo i dati finanziari più recenti, il dettaglio degli ordini per il 2015 e lo storico dei pagamenti. Analizziamo inoltre le modalità di finanziamento dell’impresa (accordi/cauzioni) e le date di scadenza dei prestiti bancari. Valutiamo anche la presenza di eventuali garanzie da parte di terzi così da poter massimizzare la copertura assicurativa che possiamo offrire ai nostri clienti.

 

Paesi Bassi: Settore Costruzioni