Market Monitor - Costruzioni - EAU

Market Monitor

  • Emirati Arabi Uniti
  • Costruzioni

14 febbraio 2017

Fattori quali la flessione della domanda, i ritardi di pagamento e la forte concorrenza hanno ridotto la redditività delle imprese, sia in termini di margini di profitto, che di solvibilità.

  • La riduzione dei prezzi del petrolio a partire dalla fine del 2014 ha avuto un impatto negativo sulle attività edilizie negli Emirati Arabi Uniti. Il Governo, il principale committente del settore edile (in particolare per quanto riguarda le  infrastrutture) ha dovuto fare i conti con problemi di bilancio dovuti alla diminuzione delle entrate derivanti dal petrolio.
  • L’edilizia residenziale e non residenziale subisce inoltre l’effetto della contrazione della domanda e del rallentamento del mercato immobiliare. Lo scorso anno, il numero di unità abitative consegnate a Dubai è sceso a circa 10.000 contro le 40.000 inizialmente previste.
  • Fattori quali la flessione della domanda, i ritardi di pagamento e la forte concorrenza hanno ridotto la redditività delle imprese, sia in termini di margini di profitto, che di solvibilità.
  • Le imprese del settore edile dipendono fortemente dalle banche per far fronte alle esigenze di capitale circolante. Ma le banche, alla luce del calo della domanda e del forte tasso d’indebitamento di molte imprese di questo settore, sono diventate molto restrittive.
  • I pagamenti a fornitori e sub-fornitori avvengono generalmente al  ricevimento dei pagamenti da parte dei clienti finali e ciò determina spesso ritardi con un effetto a catena sull’intero ciclo economico: ne deriva che molte piccole imprese hanno difficoltà a rispettare i propri impegni di pagamento. Dopo l’aumento registrato lo scorso anno, i casi di mancato pagamento dovrebbero continuare a crescere nei prossimi sei mesi; inoltre, dallo scorso anno sta aumentando il numero di imprese che abbandonano questo mercato.
  • Alla luce del difficile contesto commerciale, abbiamo ridotto la nostra propensione al rischio nei confronti di tutti i sotto-settori dell’edilizia. Adottiamo particolare cautela nei confronti dei grandi operatori fortemente dipendenti da progetti governativi o che operano nel segmento delle infrastrutture e delle imprese focalizzate sui servizi di supporto all’industria petrolifera.

Documenti collegati