Market Monitor - Automotive - Spagna

Market Monitor

  • Spagna
  • Trasporti

31 ottobre 2016

L'industria automobilistica spagnola continua a beneficiare dell'attuale ripresa economica dell'economia nazionale, nonché della crescita delle esportazioni di auto.

  • Ulteriore ripresa della produzione e delle nuove immatricolazioni
  • I pagamenti richiedono in media 60 giorni
  • Persistono ancora rischi di un ulteriore rallentamento

 

Spagna: Settore Automotive/ Panoramica

Il settore automobilistico spagnolo è molto importante dal punto di vista strategico per  l’economia del paese in quanto contribuisce al 10% del PIL dell’industria spagnola e impiega il 9% della popolazione. La Spagna è il secondo produttore in Europa, dopo la Germania, e occupa la 9° posizione a livello mondiale. In Spagna sono attivi nove produttori OEM, per un totale di 17 stabilimenti di produzione. Il sotto-settore dei produttori di componenti per il settore automobilistico svolge un ruolo importante per la performance del comparto.

Tre dei principali produttori di componenti per autoveicoli sono spagnoli e registrano buone performance in Europa, Asia e nell’area NAFTA. Il settore automobilistico è il secondo principale esportatore della Spagna (oltre l’85% della produzione è destinato all’export).

Nel 2015 l’industria automobilistica ha registrato una buona performance e produzione e capacità di utilizzo si sono riportati ai livelli pre-crisi. La produzione spagnola di autovetture è cresciuta del 12,7% (oltre 2,7 milioni di unità), mentre le esportazioni sono aumentate dell’11,4% in unità e del 18% in valore (31,7 milioni di Euro). L’andamento positivo è proseguito nel 2016: secondo i dati dell’Associazione spagnola dei fabbricanti di autovetture (ANFAC), nel 1° semestre la produzione interna ha registrato un aumento dell’11,2% rispetto all’anno precedente (oltre 1,6 milioni di unità), mentre le esportazioni sono cresciute del 12,3%. Oltre alla crescita delle esportazioni, il settore automobilistico continua a beneficiare dell’attuale ripresa economica della Spagna: le vendite di autovetture sono cresciute di oltre il 12% nel 1° semestre di quest’anno (oltre 620.000 unità) grazie al solido andamento dei consumi privati e alla riduzione del tasso di disoccupazione, oltre che per il migliore accesso al finanziamento bancario da parte dei consumatori e per gli incentivi del Governo a supporto del rinnovo del parco veicoli e dell’acquisto di modelli elettrici.

Spagna: Settore Automotive/ PIL

La redditività delle imprese automobilistiche spagnole ha registrato un generale miglioramento negli ultimi 12 mesi e i margini di profitto dovrebbero mantenersi stabili nel 2016. Anche se le esigenze di finanziamento esterno e il livello d’indebitamento sono generalmente elevati, le banche sono sempre più inclini a concedere prestiti al settore, sia a breve termine (gestione del capitale circolante) sia a lungo termine (ad esempio, finanziamento della spesa in conto capitale).

I pagamenti nel settore richiedono in media 60 giorni. Il comportamento di pagamento è  buono e i casi di ritardo si sono mantenuti a un livello accettabile negli ultimi due anni. Il  numero di notifiche di mancato pagamento è basso e, alla luce delle prospettive positive  per il settore automobilistico, non ci aspettiamo un aumento significativo nei prossimi mesi. Il livello d’insolvenza del settore è basso e dovrebbe mantenersi invariato anche nei prossimi sei mesi.

Tuttavia, nonostante le prospettive positive per il 2016 e i primi mesi del 2017, persistono dei rischi di un ulteriore rallentamento: la ripresa economica dell’Eurozona è ancora fragile e il mercato automobilistico interno potrebbe risentire dall’attuale incertezza politica. L’assenza di un Governo con una maggioranza stabile in Parlamento potrebbe avere forti ripercussioni sui consumi e sugli investimenti sul mercato interno.

Il nostro approccio assicurativo nei confronti del settore automobilistico è oggi più rilassato rispetto al passato, in particolare per quanto riguarda le imprese più grandi e i solidi gruppi internazionali. Adottiamo tuttavia maggiore prudenza nei confronti dei piccoli e medi fornitori di ricambi che mostrano un livello d’indebitamento elevato.

Spagna: Settore Automotive/ SWOT