Market Monitor-Alimentare-Danimarca-2016

Market Monitor

  • Danimarca
  • Alimentare

06 dicembre 2016

Le grandi imprese del settore sono attive a livello globale con buone performance, mentre i produttori e grossisti più piccoli in genere devono affrontare una forte concorrenza e bassi margini.

  • Il settore agro-industriale danese rappresenta circa il 25% delle esportazioni di merci del paese e oltre i due terzi della produzione alimentare sono destinati all’export. Negli ultimi anni, la Cina, insieme a Germania e Regno Unito, ha rappresentato il principale mercato di destinazione delle esportazioni danesi e la crescita del settore alimentare registrata dal 2013 al 2016 è stata sostenuta  principalmente dalla domanda da parte dei mercati emergenti.
  • Tuttavia, la crescita del valore aggiunto del settore ha subito una contrazione nel 2015 (-0,3%) e dovrebbe mantenersi stabile nel 2016-2017 a causa della forte concorrenza sul mercato interno ed estero e della riduzione dei prezzi di vendita.
  • In linea generale, le grandi imprese alimentari danesi sono attive a livello internazionale e registrano una buona performance, mentre le aziende più piccole operano sul mercato interno e/o esportano nei mercati limitrofi (Germania, Regno Unito, Svezia, Europa dell’Est). I piccoli produttori e grossisti di generi alimentari devono generalmente confrontarsi con maggiore concorrenza e bassi margini di profitto.
  • I pagamenti nel settore alimentare danese richiedono in media 30-60 giorni. Negli ultimi due anni il comportamento di pagamento si è mantenuto buono. Rispetto ad altri comparti industriali, il numero di richieste di risarcimento a carico del settore alimentare è basso e non ci aspettiamo variazioni significative nel 2017.
  • Il nostro approccio assicurativo continua ad essere per il momento positivo nei confronti di tutti i sotto-settori. Tuttavia, alla luce dei bassi margini di profitto nel settore alimentare, le imprese più piccole potrebbero essere duramente colpite  da una contrazione improvvisa della quota di mercato. Monitoriamo quindi con attenzione le conseguenze della Brexit sui sotto-settori e imprese coinvolti a causa dell’importanza del mercato britannico per gli esportatori danesi del settore alimentare.