Turchia: il paese più colpito dai ritardi di pagamento

Barometro sui comportamenti di pagamento

  • Turchia
  • Agricoltura ,
  • Chimico,

18 settembre 2018

Il 2018 ha portato molti cambiamenti in Turchia - ritardi di pagamento più frequenti, aumenti nella proporzione di fatture B2B in ritardo e DSO, una durata di pagamento più lunga.

Sulla base dei risultati del sondaggio, il 2018 ha portato molti cambiamenti per la Turchia: ritardi di pagamento più frequenti, aumenti nella proporzione di fatture da incassare e DSO. L'incidenza dei ritardi di pagamento è innegabile, con un notevole 31,6% degli intervistati che registra perdite di ricavi. Come nel 2017, la Turchia ha registrato la più alta percentuale di crediti commerciali non recuperabili nella regione; fallimenti e tentativi di recupero crediti inefficaci rimangono i principali motivi di cancellazione.

Sviluppare la propria attività concedendo dilazioni ai potenziali clienti

Credit Sales Turkey 2018

 

Nel 2018, si è registrata una leggera diminuzione della quota di vendite B2B a credito in Turchia. Tuttavia, con il 36,8%, la proporzione delle vendite B2B totali realizzate a credito è in linea con la media regionale. Gli intervistati turchi sono chiaramente più a proprio agio nella vendita a credito ai clienti B2B nazionali, per i quali la percentuale delle vendite B2B totali effettuate a credito è molto più alta di quella registrata con i clienti B2B stranieri (45,4% rispetto al 28,2%).

In Turchia, le vendite a credito sono considerate un modo per garantire il flusso di cassa e espandere il business a livello nazionale. Questo metodo di pagamento è visto come un modo sicuro per acquisire nuovi clienti e offrire un servizio migliore ai clienti. Sebbene molto incline ad offrire credito ai clienti B2B nazionali, il 20,0% degli intervistati in Turchia ha affermato che un alto rischio economico o politico comporterebbe il rifiuto di concedere condizioni di credito.

Le vendite a credito ci aiutano a conquistare nuovi clienti e hanno portato alla nostra azienda un aumento delle vendite del 30%.

Intervistato, settore Macchinari

Analogamente a quanto accennato nei confronti dei clienti B2B domestici, gli intervistati turchi utilizzano le vendite di crediti con clienti B2B all'estero perché ritengono che sia un buon modo per generare vendite e espandere la propria attività a livello internazionale. Le ragioni principali per cui gli intervistati in Turchia non vendono a credito ai loro clienti B2B stranieri sono il rischio valutario elevato (indicato dal 40,7% degli intervistati) e se vi è un alto rischio economico e politico nel paese del cliente (25,9% degli intervistati).

Vendiamo a credito ai nostri clienti B2B all'estero perché abbiamo clienti d'oltremare di cui ci fidiamo e vogliamo vendere più prodotti all'estero.

Intervistato, settore Agricoltura

Documenti collegati