Barometro Comportamenti Pagamento Slovacchia 2017

Barometro sui comportamenti di pagamento

  • Slovacchia
  • Agricoltura ,
  • Trasporti,

23 maggio 2017

La percentuale di fatture B2B con ritardi di pagamento in Slovacchia è diminuita dal 48,0% nel 2016 al 41,5% di quest'anno, in linea con la media regionale (41,5%).

La Slovacchia è in gran parte focalizzata sulle esportazioni industriali (in particolare per quanto riguarda l'automotive). L'economia slovacca è cresciuta del 3,3% nel 2016 e dovrebbe rimanere forte, con un incremento del PIL  al 3,1% nel 2017, nonostante ciò il paese rimane vulnerabile alle crisi della zona euro e della Germania in particolare.

Vendite a credito

I fornitori slovacchi sono tra i meno inclini  nella regione dell'Europa orientale ad offrire condizioni di credito ai clienti B2B. Nonostante questo, nel 2017 si è registrato un aumento delle vendite con termini di dilazione.

 

B2B sales on credit in Slovakia

 

  • In media, il 29,7% delle vendite ai clienti B2B domestici è stato effettuato a credito. Percentuale leggermente inferiore al 31,3% delle vendite dilazionate verso i clienti B2B stranieri e ciò può evidenziare una percezione uniforme del rischio derivante da transazioni con clienti B2B, sia domestici che stranieri, degli intervistati slovacchi.
  • Il valore totale delle vendite B2B a credito è salito al 30,5% nel 2017, rispetto al 26,5% nel 2016, segnando un aumento più significativo (considerando anche il 19,5% nel 2015) e sembra evidenziare una tendenza al rialzo.
  • Le percentuali delle vendite B2B domestiche e straniere a credito in Slovacchia sono comunque ancora molto inferiori alle medie dell'Europa orientale (domestico: 42,7%, estero: 37,9%).

Fatture B2B scadute (%)

La percentuale di fatture B2B in ritardo in Slovacchia è diminuita dal 48,0% nel 2016 al 41,5% quest'anno. Il tasso di inadempienza di pagamento registrato nel paese nel 2017 è in linea con la media dell'Europa dell'Est in generale (41,5%).

 

Past due B2B receivables in Slovakia

 

  • Gli intervistati in Slovacchia (domestici: 89,3%, stranieri: 72,3%) sembrano aver sperimentato ritardi di pagamento nelle fatture B2B straniere meno frequentemente dei loro omologhi nell'Europa orientale (domestico: 88,5%, estero: 78,9%).
  • Allo stesso modo rispetto a quanto osservato a livello regionale, le fatture B2B scadute si sono verificate più spesso con i clienti domestici dei nostri intervistati slovacchi (46,5%) rispetto ai clienti stranieri (36,4%). Queste medie sono quasi in linea con quelle registrate nell'Europa dell'Est (complessivamente: 45,2%, estero: 37,7%).
  • I tempi medi di pagamento (DSO) in Slovacchia sono diminuiti leggermente da 39 giorni nel 2016 a 38 giorni quest'anno. Mentre il DSO c in Slovacchia è minore, la differenza tra il DSO del paese e il DSO medio regionale (61 giorni) è di più di tre settimane.
  • Tra i paesi dell'Europa orientale intervistati, la Slovacchia ha avuto la maggior parte degli intervistati (82,3%) che hanno dichiarato di non prevedere modifiche nei loro DSO nei prossimi 12 mesi. Il 14,6% degli intervistati slovacchi prevede un leggero aumento e un 2,4% una lieve flessione.

 

Maggiori dettagli sono disponibili nel documento completo scaricabile in fondo alla pagina.

 

 


 

 

 

 

Documenti collegati